Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CONVENZIONE

Agenda digitale, in Veneto spunta l’asse InfoCamere-Università di Padova

L’accordo permetterà di condividere le rispettive competenze e infrastrutture per sviluppare servizi innovativi a vantaggio di enti pubblici e privati. Focus sulla banda ultralarga

14 Mag 2019

Condividere le rispettive competenze e infrastrutture per sviluppare servizi innovativi a vantaggio di enti pubblici e privati. Contribuire all’attuazione e promozione dell’Agenda Digitale del Veneto e di quanto previsto dagli altri documenti di programmazione regionale in termini di innovazione digitale. Favorire progetti sperimentali di business transformation attraverso le tecnologie digitali nelle imprese e nella Pubblica Amministrazione per accelerare la diffusione della cultura digitale nei cittadini, nelle imprese e nella PA e sostenere la competitività del territorio. Questi – tra gli altri – i punti qualificanti della Convenzione Quadro tra l’Università degli Studi di Padova  e InfoCamere (la società delle Camere di commercio per i servizi digitali e l’innovazione) firmata nei giorni scorsi dal Direttore Generale dell’ateneo patavino,  Alberto Scuttari, e il Direttore Generale di InfoCamere, Paolo Ghezzi.

“La contaminazione tra saperi e la condivisione delle competenze sono alla base dei processi innovativi e di crescita – spiega Ghezzi – Siamo fortemente convinti che le strutture di eccellenza di un territorio debbano dialogare e cercare punti di contatto, per sviluppare al meglio il proprio ruolo di motori del cambiamento a vantaggio della collettività. Per InfoCamere, l’intesa con l’Università di Padova è una tappa importante di un percorso che ha come traguardo la crescita della cultura digitale tra le imprese, soprattutto le più piccole e meno attrezzate ad affrontare le trasformazioni che stanno cambiando l’economia”.

L’intesa, della durata di tre anni e senza oneri per le parti, ha come soggetti attuatori rispettivamente la Direzione del Centro Servizi Informatici Csia–Vsix dell’Università di Padova e la Direzione Tecnologie ed Impianti di InfoCamere.  Il primo atto concreto generato dalla collaborazione vede al centro la sperimentazione delle possibili sinergie tra il Centro Servizi Informatici di Ateneo dell’Università degli Studi di Padova (Csia – Vsix) e il DataCenter di InfoCamere. Obiettivo della sperimentazione – della durata di un anno – è quello di sviluppare sistemi informativi e infrastrutture  nel campo della connettività e delle reti, per esplorare le potenzialità in termini di sviluppo e maggiore efficienza dei servizi digitali che ne possono derivare in ottica di promozione del territorio.

La sperimentazione avrà origine dall’interconnessione tra il sito Vsix di Galleria Spagna e il DataCenter di InfoCamere di Corso Stati Uniti 14, per attivare uno o più canali a Banda Ultra Larga con l’obiettivo di verificare tutte le opportunità in termini di interscambio di servizi di rete e housing tra i due enti. L’Internet Exchange di Padova è lo snodo principale per il Nordest della rete della ricerca. Pertanto, è al Vsix che si incontrano le reti della PA, degli operatori Internet e la rete della ricerca – Garr X – creando di fatto la porta di accesso a tutte queste realtà. InfoCamere realizza servizi digitali di ultima generazione che eroga in modalità centralizzata via internet e intranet alle Camere di Commercio e alla PA. Il suo DataCenter è uno dei più potenti e sicuri del Paese e assicura la gestione del patrimonio informativo delle Camere di Commercio custodito nel Registro delle imprese telematico – l’anagrafe ufficiale di tutte le imprese italiane – una best practice a livello internazionale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
banda ultralarga
I
infocamere

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link