USE CASE

Banda ultralarga, ecco i 14 progetti “pionieri” d’Europa. Ma nessuno è italiano

La cerimonia di premiazione degli European Broadband Awards 2023 ha acceso i riflettori sulle iniziative più all’avanguardia sul fronte dei modelli di business, del co-investimento, del take up, dell’abbattimento del digital divide e della connettività transfrontaliera

Pubblicato il 27 Dic 2023

Immagine2

Sono 14 i progetti europei all’avanguardia in tema di banda ultralarga. Progetti innovativi sul fronte dei modelli di business, del co-investimento, del take up, dell’abbattimento del digital divide e della connettività transfrontaliera. I riflettori sulle iniziative sono stati accesi in occasione della cerimonia di premiazione degli European Broadband Awards 2023: i progetti finalisti sono stati presentati da Austria, Croazia, Finlandia, Germania, Islanda, Irlanda, Liechtenstein, Lituania, Norvegia, Polonia, Romania e Svizzera. Manca dunque all’appello l’Italia. Qui il documento completo

I 5 progetti vincitori

Cinque i vincitori:

  1. Siro Network Expansion (Irlanda) che ha sfruttato le reti elettriche esistenti per il rollout della fibra
  2. The Race Against Fagradalsfjall (Islanda) che ha riguardato la posa di cavi in fibra ottica in un’area vulcanicamente attiva durante un’eruzione, riducendo la spesa del 45%
  3. Trysil – Broadband for Everyone (Norvegia) che ha esteso l’accesso alla banda larga al 99,7% delle famiglie, contrastando lo spopolamento e promuovendo la crescita economica
  4. Broadband4Everyone – Piano di sviluppo dell’infrastruttura a banda larga per la città di Solin (Croazia) che ha servito 3.000 famiglie in aree rurali con una copertura del 94%, privilegiando la sostenibilità con pannelli solari e il cofinanziamento con il Fondo europeo di sviluppo regionale
  5. Rheintal Internet Exchange “Around the Lake Constance” (Austria, Germania, Liechtenstein, Svizzera) che ha fornito una piattaforma regionale neutrale per lo scambio di traffico Internet intorno al Lago di Costanza, collegando e offrendo servizi a quattro Paesi.

I 9 progetti finalisti

Oltre ai 5 vincitori sono stati individuati 9 finalisti. Ecco i progetti

  1. Modelli innovativi di finanziamento, business e investimento

  • nöGIG: Innovative PPP Financing (Bassa Austria) ha utilizzato un partenariato pubblico-privato per coprire le aree rurali con una rete Ftth all’ingrosso ad accesso libero.
  • Sviluppo dell’infrastruttura di accesso di nuova generazione (Lituania) ha posato oltre 11.000 km di linee in fibra ottica e 25 torri per fornire servizi di comunicazione all’ingrosso agli operatori delle aree rurali e remote, con il cofinanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale.
  1. Misure di riduzione dei costi e co-investimento

  • Strategic Connection Points Programme (Irlanda) ha fornito wifi pubblico gratuito in luoghi di importanza comunitaria, garantendo a tutte le scuole elementari irlandesi l’accesso alla banda larga ad alta velocità.
  • Hermes – Fusione di Energie AG Telekom e Fibre Service OÖ Infrastructures (Austria) ha unito le società per fornire servizi all’ingrosso ad aree miste, concentrandosi sulle regioni rurali e accelerando l’espansione della fibra ottica.
  1. Impatto socio-economico nelle aree rurali e remote

  • Ro-Net: Building a national broadband infrastructure (Romania) ha esteso una rete in fibra ottica a circa 120.000 famiglie rurali, 7.200 aziende private e più di 2.300 istituzioni pubbliche, utilizzando i finanziamenti del Fondo europeo di sviluppo regionale.
  • Unico – Demanda Rural (Spagna) ha utilizzato le sovvenzioni dello Strumento per la ripresa e la resilienza per fornire servizi a banda larga ultraveloci in aree remote e rurali della Spagna, risolvendo i problemi di connettività.
  1. Generazione della domanda e take up

  • Internet.gov.pl – Sistema di informazione sull’accesso fisso a Internet (Polonia) ha lanciato una piattaforma online e una mappa interattiva che consente agli utenti finali di verificare la disponibilità di banda larga e segnalare le esigenze di accesso a Internet.
  • Tv comunitaria territoriale per l’area di Pohjois-Satakunta (Finlandia) ha introdotto la TV comunitaria per combattere lo spopolamento, coinvolgendo la comunità nella creazione e condivisione di contenuti attraverso un canale dedicato.
  1. Connettività transfrontaliera e internazionale

  • Servizi di accesso wireless fisso da parte di Geuzenet (Paesi Bassi, Germania) ha introdotto soluzioni di accesso wireless fisso utilizzando reti pubbliche 5G in Germania, con l’obiettivo di servire le aziende in aree in cui la fibra ottica non è ancora disponibile.
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Approfondimenti

T
telco

Articolo 1 di 5