STRATEGIA ITALIA DIGITALE

Banda ultralarga, Elettra Tlc si aggiudica la gara da 45 milioni per le isole minori

La progettazione a cura di Eds Infrastrutture. Via alla consultazione pubblica per la seconda fase dei voucher per le famiglie. Il punto sulla roadmap futura di Infratel a Telco per l’Italia il 3 maggio con l’Ad Marco Bellezza

29 Apr 2022

Mila Fiordalisi

Direttore

broadband-fibra-banda

È Elettra Tlc l’azienda che si è aggiudicata la gara da 45 milioni per portare la banda ultralarga nelle isole minori. Ne dà notizia Infratel, la in-house del Mise guidata da Marco Bellezza che ha in carico la gestione delle gare del piano Strategia Italia 2026.

“Negli ultimi mesi abbiamo avviato tutte le gare previste dal Pnrr per portare internet veloce in tutta Italia, nelle zone remote, dove è più difficile arrivare e nei presidi strategici del Paese, come scuole e strutture sanitarie. L’aggiudicazione dei 45 milioni di questo bando per le isole minori segna un passo importante nel percorso che abbiamo tracciato verso un’Italia sempre più digitale, e per non lasciare indietro nessuno” commenta Vittorio Colao, Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale.

La gara è stata aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (di fatto il medesimo importo della base d’asta) e bisogna precisare che Elettra Tlc è stata l’unica azienda a candidarsi alla gara. Riguardo alla progettazione l’incarico va a Eds Infrastrutture. La durata dell’appalto è fissata al 31 dicembre 2028 a partire dalla data di sottoscrizione del contratto: in dettaglio i lavori dovranno essere terminati entro il 31 dicembre 2023 e la manutenzione assicurata fino al 31 dicembre 2028.

Via alla consultazione pubblica per i voucher fase 2

Intanto prende il via la consultazione pubblica riguardante la seconda fase del “Piano voucher per l’incentivazione della domanda di connettività in banda ultra larga delle famiglie”. L’obiettivo del Piano è promuovere e incentivare la domanda di servizi di connettività a banda ultralarga (Nga e Vhcn) in tutte le aree del Paese, allo scopo di ampliare il numero di famiglie che usufruiscono di servizi digitali utilizzando reti ad alta velocità ad almeno 30 Mbit/s, in linea con la Strategia Italiana per la banda ultralarga.

INFOGRAFICA
I Trend 2022 per l’UC&C: come rendere smart la comunicazione aziendale
Cloud
Intelligenza Artificiale

Al termine della consultazione pubblica, il piano di intervento in esame sarà notificato alla Commissione europea per poi essere disciplinato da un apposito decreto del Ministro dello Sviluppo Economico. I soggetti interessati potranno inviare commenti e osservazioni sui quesiti inseriti nel Piano (QUI IL DOCUMENTO), entro il 31 maggio.

Dalle gare alla roadmap futura: Infratel a Telco per l’Italia il 3 maggio

PER AGENDA E ISCRIZIONE CLICCARE QUI

Il ruolo di Infratel è diventato sempre più strategico e lo sarà sempre di più considerate le esigenze legate al rispetto della roadmap del Pnrr: quali le novità per gli anni a venire? Ne parliamo a Telco per l’Italia con Marco Bellezza, Ad di Infratel Italia

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4