Banda ultralarga: nasce Exa, nuovo colosso europeo delle infrastrutture - CorCom

L'OPERAZIONE

Banda ultralarga: nasce Exa, nuovo colosso europeo delle infrastrutture

La società battezzata a seguito del completamento dell’acquisizione degli asset di Interoute, Hibernia e Kpni da parte del fondo I Squared Capital. La “newco” conta oltre 100mila km di rete in fibra in grado di collegare 300 città. Il ceo Blanken: “Determinati a diventare il leader indiscusso nel settore”

24 Set 2021

Mi Fio

Taglio del nastro per Exa Infrastructure, la “newco” frutto dell’integrazione degli asset di Interoute, Hibernia e Kpni, a seguito del completamento dell’acquisizione di reti e data center da parte di  I Squared Capital, (asset precedentemente in capo a Gtt Communications). La nuova realtà, un vero e proprio colosso delle infrastrutture in Europa – il nome Exa non è casuale poiché si ispira all’exabyte, l’unità di misura del futuro – vanta all’attivo 103mila chilometri di rete in fibra in grado di collegare 300 città da molteplici rotte interurbane e cavi sottomarini pancontinentali. L’azienda, con sede a Londra, ha 28 uffici in 18 paesi d’ Europa. Circa 420 i dipendenti che passeranno a Exa da Gtt.

“L’infrastruttura digitale sarà una componente chiave della crescita economica globale, soprattutto in un’economia post-Covid, ed è un pilastro fondamentale della nostra strategia di investimento. In combinazione con le nostre recenti transazioni per Ezee Fiber in Texas e Kio Networks in Messico, I Squared Capital ha impegnato oltre 3 miliardi di dollari in infrastrutture digitali con oltre 120.000 chilometri di fibra ottica tra America, Europa e Asia”, commenta Gautam Bhandari, Managing Partner di I Squared Capital.

Exa ha anche annunciato la nomina di Martijn Blanken nel ruolo di ceo. “Ci concentreremo sui servizi infrastrutturali e data center”, annuncia Blanken. “Siamo determinati a diventare il leader indiscusso nel settore delle infrastrutture digitali nel mercato europeo, transatlantico e nordamericano. E per raggiugere l’obiettivo effettueremo investimenti per espandere la nostra rete e soddisfare l’esigenza crescente di traffico dati lungo le rotte chiave. La crescita dei volumi di dati, in combinazione con le dinamiche del settore in rapida evoluzione richiede che nuovi attori come Exa si facciano avanti con un chiaro focus e la capacità, nonché il capitale per l’execution. Durante il processo di creazione di Exa, i nostri clienti hanno ripetutamente rafforzato la nostra convinzione che questa fosse la strada giusta da seguire e siamo molto entusiasti di iniziare questo viaggio oggi”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
exa

Approfondimenti

B
banda ultralarga
F
fibra

Articolo 1 di 5