IL PROGETTO

Banda ultralarga e Industria 4.0, Retelit connette il Carnia Industrial Park

Le 200 aziende insediate nelle aree di Tolmezzo, Amaro e Villa Santina potranno accedere a un’infrastruttura di rete avanzata che include anche servizi di cybersecurity, cloud, manufacturing execution system e industrial internet of things. Obiettivo lo sviluppo dell’area in ottica “smart” e la spinta alla digitalizzazione delle piccole imprese

Pubblicato il 26 Apr 2023

banda larga, fibra, internet1

Il Carnia Industrial Park sceglie Retelit per dotare di una rete innovativa e tecnologicamente avanzata a banda larga l’intera area del Parco e garantire servizi avanzati anche alle piccole imprese. Obiettivo dotare di servizi avanzati le 200 imprese stabilite nelle tre aree industriali di competenza (Tolmezzo, Amaro e Villa Santina): oltre alla connettività saranno offerti servizi di cybersecurity, cloud, Mes (manufacturing execution system) e Iiot (Industrial Internet of things).

Gli obiettivi del progetto

Il Carnia Industrial Park, proprietario dell’infrastruttura interamente realizzata in fibra ottica che si estende per oltre 20 km di dorsale da Carnia, in comune di Venzone, fino a Villa Santina, nonché dell’infrastruttura wireless presente nelle tre aree industriali – punta infatti a dotare di una rete innovativa l’intera area del Parco e garantire servizi avanzati anche alle piccole imprese.

Fra gli obiettivi del Consorzio, da sempre impegnato nella creazione delle condizioni ideali per l’insediamento di nuove imprese e per lo sviluppo competitivo di quelle già esistenti, l’infrastruttura banda larga rappresenta un asset strategico per lo sviluppo del tessuto industriale, economico e sociale: un vero e proprio driver che abilita l’innovazione. “Un accesso alla rete veloce, efficiente e affidabile – si legge in una nota – è considerato ormai da tempo un fattore di competitività per le imprese”.

Spinta innovativa al Parco

Il Parco Industriale, grazie alla collaborazione con Retelit, potrà fruire di una rete sicura e tecnologicamente avanzata con una velocità che arriva al Giga. Il progetto infrastrutturale mira allo sviluppo dell’area carnica in ottica “smart” e intende dare un contributo significativo per migliorare il lavoro delle aziende insediate nel parco.

Retelit, specializzata in progetti tailor made per la trasformazione digitale, copre l’intera catena del valore dei servizi Ict e della digitalizzazione, dall’infrastruttura al dato, dalle reti alle applicazioni. Possiede una rete in fibra ottica di proprietà che si estende in Italia da Bolzano a Bari con diramazioni in Europa, Africa e Asia, un network di Data Center, tra cui quello di Udine, altamente certificato, sicuro e sostenibile, e competenze nel campo degli applicativi, dei sistemi gestionali, del Mes, della sicurezza e del Cloud.

Tecnologie per spingere l’attrattività dell’area

Retelit ha di recente investito in progetti di crescita in Friuli Venezia Giulia, acquisendo asset e competenze specifiche sul territorio. Attraverso la partnership con Carnia Industrial Park, il Gruppo ha deciso di proseguire con i progetti di investimento in Carnia, che considera tra i territori più strategici del settore produttivo in Friuli Venezia Giulia. L’obiettivo è contribuire allo sviluppo economico, tecnologico e competitivo delle imprese anche attraverso un’infrastruttura tecnologicamente avanzata che contribuirà a rendere il Parco sempre più attrattivo e ideale per fare impresa e crescere sul mercato.

La collaborazione sul piano tecnico e tecnologico tra Retelit e hub digitali di questo tipo è un tratto distintivo della società, che identifica il Gruppo come partner di innovazione ideale per supportare i territori nello sviluppo di ambiziosi progetti di rinnovamento tecnologico e infrastrutturale, mettendo a fattor comune le proprie infrastrutture ed elevate expertise.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3