IL PROGETTO

Cavi sottomarini, Retelit partner italiano di India-Europe-Xpress

Approdato a Savona, Iex è un sistema che offre connettività resiliente di ultima generazione, con interconnessioni tra i due continenti. Teot: “Ci confermiamo il preferred partner infrastrutturale per gli operatori Ott domestici e internazionali”

Pubblicato il 30 Nov 2023

Domenico Aliperto

Retelit ha completato l’approdo italiano del cavo sottomarino Iex (India-Europe-Xpress) a Bergeggi, provincia di Savona. In qualità di partner italiano scelto dal consorzio, si legge in una nota, “Retelit ha collaborato per portare una nuova e diversificata rotta internazionale nel Mediterraneo, rafforzando il ruolo strategico della Liguria come nodo di interconnessione di rilevanza internazionale”.

Iex offre connettività resiliente di ultima generazione e interconnessioni a partire dall’India in direzione ovest fino all’Europa: il sistema Iex prende il largo a Mumbai, transitando per il Mar Arabico, il Mar Rosso e il Mar Mediterraneo, giungendo ora a Savona. È parte di un progetto di respiro globale che include anche il sistema India-Asia-Express (Iax), il quale si collega senza soluzione di continuità con Iex, estendendo il network in direzione est fino a Singapore.

Il ruolo di Retelit nel progetto

Retelit come detto è il partner del sistema per l’intera gestione del progetto a livello nazionale. Nello specifico, grazie alla sua expertise ed esperienza nella gestione di cavi infrastrutturali terrestri e sottomarini maturate sul campo, il gruppo è stato scelto per la costruzione e l’operatività di tutte le componenti del sistema: tutte le strutture di atterraggio del cavo, incluse diverse connessioni con Milano sia di fronthaul sia di backhaul. Retelit rivestirà il ruolo di landing partner per l’intera vita del cavo, che si protrarrà per almeno 20 anni.

WHITEPAPER
Scopri quale provider scegliere per rendere efficiente la tua infrastruttura wi-fi e wlan aziendale!
Datacenter Infrastructure Management
Software Defined Datacenter

L’approdo a Savona di Iex rientra nel progetto Retelit “Liguria Landing Platform”, attraverso cui il gruppo – negli ultimi anni – ha realizzato diversi investimenti potenziando i collegamenti terrestri e sottomarini, in particolare da Genova e Savona: dopo il progetto 2Africa – ad oggi, il più lungo cavo sottomarino esistente – per il quale Retelit ha costruito il fronthaul ridondato a Genova e sul quale ha recentemente acquisito spettro collegando Genova con Milano, Marsiglia e Barcellona, con il progetto Iex oggi Retelit si conferma il preferred partner infrastrutturale per gli operatori Ott domestici e internazionali.

“Ancora una volta Retelit è stata scelta da un consorzio di operatori internazionale per la sua specifica expertise in materia di atterraggio cavi sottomarini”, commenta Diego Teot, Head of Wholesale del gruppo Retelit. “La nostra soluzione di backhaul ridondata per l’Iex è basata su una tecnologia d’avanguardia che permette di estendere fino a Milano la potenza e resilienza dei cavi che approdano a Savona; siamo felici di essere stati selezionati per un progetto di tale portata, in grado di aprire una nuova e diversificata rotta internazionale nel Mediterraneo, potenziando il ruolo della Liguria quale nodo di interconnessione e accesso all’area Flamp (Francoforte, Londra, Amsterdam, Milano, Parigi), rispondendo alla crescente domanda di larghezza di banda di alta qualità”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4