Connettività “city2city”: Sparkle e Gcx potenziano l’asse Parigi-Londra-New York - CorCom

BANDA ULTRALARGA

Connettività “city2city”: Sparkle e Gcx potenziano l’asse Parigi-Londra-New York

Nuova capacità di spettro sul sistema Flag Atlantic. Collegamenti più sicuri e stabili fra Europa e America

09 Mar 2020

Enzo Lima

Sparkle e Global Cloud Xchange (Gcx) annunciano l’ampliamento della loro collaborazione con l’aggiunta di nuova capacità di spettro sul sistema Flag Atlantic (FA-1) che collega Parigi e Londra a New York.

In base all’accordo – rendono noto le due società – Gcx fornirà terabyte aggiuntivi sull’attuale capacità transatlantica, permettendo così a Sparkle di offrire servizi di connettività City2City servizi di transito IP Seabone ancora più veloci e affidabili su una direttrice in forte sviluppo.

“Grazie alla partnership con Global Cloud Xchange potenziamo significativamente la nostra offerta di connettività tra l’Europa e l’America”, commenta Daniele Mancuso, Chief Marketing Solutions & Business Development Officer di Sparkle. “La rete di Gcx offre una capacità di banda sicura e stabile”.

webinar -16 dicembre
5G e connettività a banda ultralarga: la priorità, anche dopo l'emergenza
Networking
Telco

“Siamo orgogliosi di aver ampliato la collaborazione con Sparkle, diventando il loro fornitore di riferimento per la capacità transatlantica”, sottolinea Rory Cole, amministratore delegato di Gcx. “L’accordo con Sparkle conferma il nostro impegno a garantire a clienti e partner l’accesso a una rete agile, resiliente ed espansiva”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

G
Global Cloud Xchange (Gcx)
S
sparkle

Approfondimenti

B
banda ultralarga