IL RICONOSCIMENTO

Open Fiber sul podio europeo: “Contributo decisivo allo sviluppo della fibra in Italia”

L’azienda si aggiudica l’Operator Award 2024 dall’Ftth Council Europe. Con oltre 14 milioni di unità immobiliari connesse in Ftth è il principale operatore nazionale e il più grande in Europa tra i non incumbent. L’Ad Gola: “Ora è necessario spingere sul take up. Un percorso di switch-off della rete in rame e di migrazione verso la fibra renderebbe più semplice raggiungere gli obiettivi di connettività Gigabit fissati dalla Ue”

Pubblicato il 20 Mar 2024

banda ultralarga, fibra

Open Fiber si è aggiudicata l’Ftth Council Europe Operator Award 2024, il premio europeo assegnato a chi si è particolarmente distinto per il contributo allo sviluppo di infrastrutture in fibra ottica Ftth (Fiber to the home) nel continente. L’award, assegnato a Open Fiber da Ftth Council Europe, riconosce il ruolo dell’azienda guidata dall’AD Giuseppe Gola, che, con oltre 14 milioni di unità immobiliari connesse in Ftth a settembre 2023, è il principale operatore italiano di Ftth e il più grande in Europa tra gli operatori non incumbent (ex- monopolisti).

Siamo orgogliosi di ricevere questo premio che certifica il contributo fondamentale di Open Fiber nel passo in avanti sull’infrastrutturazione digitale compiuto dall’Italia, che fino a pochi anni fa scontava un grave ritardo rispetto alla media europea”, ha commentato Giuseppe Gola. L’Ad ha aggiunto: “Per completare la digitalizzazione, tuttavia, è necessario che le reti vengano utilizzate dagli utenti, e su questo fronte il nostro Paese è ancora indietro. Un percorso di switch-off della rete in rame e di migrazione verso la fibra ottica, come quello di recente ipotizzato dalla Commissione Europea, renderebbe più semplice raggiungere gli obiettivi di connettività Gigabit fissati dall’Ue, garantendo al tempo stesso un orizzonte certo di ritorno per gli investimenti privati nella realizzazione di reti ultraveloci”.

Open Fiber sul podio europeo per l’Ftth

Il premio è stato consegnato all’amministratore delegato di Open Fiber Gola nell’ambito della Ftth Conference, l’evento annuale organizzato da Ftth Council Europe, l’organizzazione di imprese europee fondata con l’obiettivo di accelerare la diffusione di connettività in fibra ottica e lo sviluppo di una società digitale in Europa. Le reti in fibra e l’Ftth sono viste come le uniche in grado di garantire la velocità di connessione Gigabit che è al centro dei piani di connettività italiani ed europei.

“Siamo molto lieti di premiare Open Fiber, un operatore che fin dalla sua fondazione nel 2016 ha dimostrato di essere all’avanguardia nel rollout Ftth”, ha commentato Raf Meersman, Presidente di Ftth Council Europe. “I risultati ottenuti da Open Fiber hanno avuto il merito di stimolare gli investimenti nella tecnologia FTTH in Italia, un mercato cruciale per la competitività digitale dell’Europa”.

Italia avanti sul roll-out, ma indietro nell’adozione

Nel corso della Ftth Conference, che quest’anno si è tenuta a Berlino, è stato presentato il report annuale, redatto da Idate, sullo stato della connettività Ftth in Europa relativo al periodo settembre 2022-settembre 2023. In questo lasso di tempo, l’Italia ha registrato una crescita di 1.5 milioni di unità immobiliari rispetto alla rilevazione precedente, per un totale di 15,5 milioni di unità immobiliari, che corrispondono a circa il 60% del totale, vicino alla media europea (Eu27+ Regno Unito).

Il nostro Paese, principalmente grazie al lavoro di Open Fiber, ha registrato nel corso degli ultimi anni una crescita molto rilevante: nel 2018 la copertura Ftth dell’Italia era al 24%. Un dato meno lusinghiero viene invece evidenziato dal take up, ossia l’effettiva adozione di reti Ftth, dove l’Italia con circa il 27% è ancora molto lontana dalla media UE27 + Regno Unito (53%).

Gli altri vincitori degli Ftth Awards

Tre premi in totale sono stati consegnati da Raf Meersman durante la sessione plenaria della conferenza, a riconoscimento degli “eccezionali contributi alla crescita del settore e all’accelerazione dell’implementazione Ftth in Europa”: Prysmian ha vinto il Champion of Diversity Award, per il suo costante impegno nell’affrontare le questioni legate alla diversità in questa industria;  Ian Gordon Fudge, proprietario di Fiberdl, è il vincitore del Ftth Individual Award, per il suo grande impegno nel sostenere il progresso della tecnologia Ftth in Europa; e  Open Fiber, come abbiamo visto, si è aggiudicata l’Ftth Operator Award, per il suo eccezionale contributo allo sviluppo e all’implementazione capillare dell’Ftth.

Quest’anno sono stati introdotti anche gli Ftth innovation Awards, che premiano le soluzioni Ftth più innovative che supportano gli obiettivi chiave dell’Ftth Council Europe, ovvero: accelerare l’implementazione della fibra, ridurre i costi, rendere il roll-out più efficiente, promuovere tecnologie sostenibili, fornire una migliore esperienza utente, stimolare una maggiore adozione dei servizi in fibra ottica e diminuire i costi di manutenzione.

Dopo aver ricevuto 55 candidature da 42 aziende, la giuria composta dal comitato esecutivo dell’Ftth Council Europe, dai presidenti dei comitati e dai relatori della conferenza Ftth, ha selezionato le soluzioni vincitrici nelle cinque categorie: BendBright 180 ¬µm, fibra ottica di Prysmian Group che vince nella categoria Passive Infrastructure; Genexis TrueTalk (Pon autosensing software) di Genexis che vince per la categoria Active Infrastructure – Central network;  Iowrt Sdk 7.3 di Genexis per la categoria Active infrastructure – Home network; Network manager telecom di IQGeo vince per la categoria Planning, workflow, mapping/Gis, Ai software; e View 8X – Ai-Driven, Iot-Connected, Gps-enabled fusion splicer di Inno Instrument che vince per la categoria  Installation equipment, tools, test & measurement instruments.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5