Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TELCO PER L'ITALIA 2019

Per le telco scatta l’ora dei “digital twin”

In un articolo a firma per Corcom, Francesco De Bettin presidente e fondatore di Dba Group evidenzia come ogni realtà complessa sarà dotata del suo “agente intelligente”, in grado di garantire la gestione efficiente e rigorosa degli asset. Le reti Ultra Wide Band tessuto connettivo del nuovo ecosistema

24 Giu 2019

Francesco De Bettin

Presidente e fondatore Dba Group

Le prospettive di crescita del Sistema Paese sono strettamente connesse alla capacità di trarre vantaggio competitivo da quei filoni di conoscenza tecnologica che sono strategici in molteplici ambiti di mercato. Si tratta, in particolare, dell’Intelligenza artificiale e del Machine Learning, della simulazione numerica di sistemi e processi reali, della realtà aumentata. Tali filoni sono strettamente collegati all’apporto che possono offrire le reti Ultra Wide Band di nuova generazione . Esse rappresentano, infatti, il tessuto connettivo del complesso ecosistema tecnologico che ha come obiettivo la creazione di nuova informazione a partire da una grande mole di dati disaggregati e incoerenti. Le potenzialità di tecnologie quali l’IoT e l’Intelligenza Artificiale verrebbero rese marginali senza l’ausilio del potente catalizzatore, rappresentato dalla rete a banda ultra larga, in grado di “mettere in relazione” le diverse componenti dei moderni sistemi di produzione ed elaborazione dei dati.

In un futuro molto prossimo, il ruolo giocato dalle reti Uwb potrebbe essere ancora più importante. Scenari verosimili e in parte già avveratisi, descrivono un mondo in cui molte delle attività cognitive umane saranno coadiuvate da entità intelligenti non organiche, frutto degli algoritmi di intelligenza artificiale.  Ogni realtà sufficientemente complessa sarà dotata del suo “agente intelligente”, in grado di garantire la gestione efficiente e rigorosa dell’asset per il quale è stato creato.

Questo scenario è molto più prossimo a noi di quanto si immagini ed in molti casi, forme più o meno evolute o evidenti di agenti intelligenti, sono già presenti all’interno di alcune realtà.

Il settore dei sistemi intelligenti rappresenta un ambito strategico per Dba Group che investe annualmente risorse in attività di ricerca e sviluppo nella progettazione e realizzazione di piattaforme cognitive dedicate alla gestione e all’automazione del ciclo di vita delle infrastrutture: dalla progettazione alla gestione operativa, alla manutenzione fino al decommissioning.

Gli sforzi profusi negli anni hanno portato alla realizzazione di piattaforme, già disponibili sul mercato, in cui elementi di intelligenza cognitiva, utilizzando i dati provenienti da reti distribuite di sensori, supportano i gestori delle infrastrutture in processi decisionali complessi, simulando scenari operativi, pianificando azioni di mitigazione, ottimizzando processi e metodologie produttive. Tali piattaforme sfruttano le tecnologie dei cruscotti semantici 3D, della realtà aumentata e virtuale, dell’interazione vocale uomo-macchina per rendere immediata e immersiva l’esperienza di quanti, a vario titolo e livello, interagiscono con la piattaforma contribuendo di fatto a definire ed attualizzare nel settore delle infrastrutture il concetto di “Digital Twin”, storicamente connesso ad ambiti industriali e manifatturieri.

La declinazione dei concetti di IoT, piattaforma cognitiva e cruscotti di rappresentazione 3D al mondo delle infrastrutture e delle reti per telecomunicazioni, l’integrazione con altre piattaforme evolute per la progettazione (Bim e Gis based), l’asset, il facility e l’energy management, la gestione della sicurezza sui luoghi di lavoro, ha portato Dba Group alla realizzazione di Digital Twin evoluti in grado di supportare gli operatori Telco in tutte le fasi di manutenzione e gestione operativa degli asset materiali e immateriali che costituiscono la rete di telecomunicazioni fissa e mobile.

Il futuro è già qui, recita un leitmotiv pubblicitario… Noi lo confermiamo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5