BANDA ULTRALARGA

Wi-fi 7, si viaggia a oltre 5 Giga al secondo: il test di Intel e Broadcom

È la prima soluzione cross-vendor che riesce a mettere a segno la performance. L’alta velocità fa il paio con la bassa latenza per una connettività affidabile e tarata sulle necessità delle aziende da qui ai prossimi 10 anni

09 Set 2022

Lorenzo Forlani

internet -connettività -wifi

Intel Corporation e Broadcom hanno effettuato una dimostrazione della prima soluzione Wi-Fi 7 cross-vendor, con velocità di trasferimento dati wireless di oltre 5 gigabit per secondo. La prova è stata effettuata con un laptop dotato di processore Intel Core e la soluzione Wi-Fi 7 connessa a un access point Wi-Fi 7 di Broadcom.

Siamo orgogliosi di dimostrare come il Wi-Fi 7 di nuova generazione renda possibili nuove esperienze d’uso dei Pc in mobilità. La collaborazione tra operatori del settore IT è essenziale per trarre il massimo beneficio dalle potenzialità di questa nuova tecnologia wireless. Ringraziamo i nostri colleghi di Broadcom per la loro importante cooperazione a livello tecnico, che ha contribuito a realizzare questa dimostrazione inedita e unica nel suo genere della tecnologia Wi-Fi 7, caratterizzata da velocità ultra-elevata e latenza ultra-bassa”, ha dichiarato Carlos Cordeiro, Intel Fellow and Wireless Cto, Client Computing Group, Intel.

Il risultato che abbiamo ottenuto oggi lancia un messaggio chiaro: l’ecosistema è pronto e il Wi-Fi 7 è qui per offrire una capacità straordinaria e una connettività ultraveloce per estendere la banda gigabit. La comunicazione affidabile e a bassa latenza del Wi-Fi 7 è un elemento chiave della visione di Broadcom per connettere ogni cosa e rimanere al passo con l’evoluzione di Internet verso esperienze sempre più immersive. La collaborazione fra aziende del settore è fondamentale nel realizzare questa nuova connettività e siamo orgogliosi di lavorare con Intel nel raggiungimento di un altro primato”, il commento invece di Vijay Nagarajan, vice president, Wireless Connectivity Division di Broadcom.

In cosa consiste il Wi-fi 7

Il Wi-Fi 7 è la piattaforma per i prossimi 10 anni di esperienze wireless, che richiedono velocità elevate e latenza più bassa, unite a maggiore capacità e affidabilità. Il Wi-Fi 7 presenta nuove caratteristiche, tra cui canali da 320 Mhz più ampi nello spettro 6 Ghz non soggetto a licenze, una modulazione di dati 4K Qam di un ordine di grandezza superiore, connessioni simultanee su molteplici bande con operazioni multi-link e una maggiore efficienza nell’utilizzo dei canali con multi-resource unit (Ru) puncturing.

WHITEPAPER
Previeni i difetti di sicurezza nelle applicazioni: la soluzione in 5 punti
Sicurezza
Software

Il funzionamento deterministico del Wi-Fi 7 consente la creazione di nuove classi di prodotto, compresi dispositivi di realtà aumentata e virtuale, di media streaming ultra-Hd da 16K e di gaming ultra-reattivo e affidabile, oltre al supporto di una grande quantità di dispositivi connessi in casa e in ufficio. Inoltre, grazie alla maggiore velocità del Wi-Fi 7 gli utenti di servizi a banda larga potranno trarre il massimo beneficio dai loro piani tariffari multi-gigabit.

Il Wi-Fi 7 è il più potente e capace protocollo Wi-Fi ad oggi e consente di continuare a supportare anche le applicazioni consumer e verticali che richiedono più banda, tutto con il più elevato livello di precisione nella previsione del tempo di trasferimento dei dati finora disponibile”, ha detto Phil Solis, Research Director, Connectivity di Idc. “I test di interoperabilità tra Intel e Broadcom consentiranno lo sviluppo di prodotti utilizzabili nei test di certificazione ufficiali della Wi-Fi Alliance”. Intel e Broadcom forniscono infatti tutta la rete necessaria per massimizzare il potenziale del Wi-Fi 7 e offrire le migliori esperienze end-to-end al mercato delle applicazioni Wi-Fi.

In qualità di membri del consiglio di amministrazione della Wba, Broadcom e Intel hanno avuto un ruolo importante nel promuovere il Wi-Fi 6 e 6E. Oggi stanno aprendo la strada al Wi-Fi 7 che sfrutta la crescente disponibilità dello spettro dei 6 Ghz in numerosi Paesi delle regioni Apac, Emea, America Latina e Stati Uniti. Il successo della prima prova rappresenta una pietra miliare nel portare ai consumatori e agli utenti professionali di tutto il mondo l’alta velocità, la latenza ultra bassa e la resilienza del nuovo standard. Le reti aziendali e domestiche beneficeranno notevolmente anche delle funzionalità avanzate del Wi-Fi 7”, ha aggiunto Tiago Rodrigues, Ceo di Wireless Broadband Alliance.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

T
Tiago Rodrigues

Aziende

B
broadcom
I
intel

Approfondimenti

B
banda ultra larga
W
wifi 7
W
wireless

Articolo 1 di 3