Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA FIRMA

Bari e Matera, sprint sul 5G: al via le intese con Tim, Fastweb e Huawei

Siglato il memorandum of understanding: la copertura integrale delle città sarà completata entro il 2019. Amministrazioni e aziende insieme sulle sperimentazioni promosse dal Mise con l’obiettivo di sviluppare servizi innovativi per cittadini, imprese e PA. Enrico Maria Bagnasco: “Un laboratorio permanente per creare una rete di business che porti valore ai territori”

15 Mar 2018

A. S.

Dare impulso alla sperimentazione della tecnologia 5G promossa dal ministero dello Sviluppo economico. Portando Bari e Matera, tra le prime aree nel Paese e su scala internazionale,  a essere coperte dall’infrastruttura di rete mobile di quinta generazione, offrendo servizi innovativi a cittadini, imprese e pubblica amministrazione. E’ l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato dai Comuni di Bari e Matera con Tim, Fastweb e Huawei.

Con la sottoscrizione del memorandum, si legge in una nota, i Comuni di Bari e Matera insieme alle tre aziende capofila del progetto “Bari Matera 5G” si impegnano a cooperare con il massimo impegno per l’implementazione, già entro la prima metà di quest’anno, di applicazioni e servizi avanzati basati sulla tecnologia 5G, legati alla Smart City e all’IoT al fine di arricchire l’ecosistema digitale di questi territori.

Nell’ambito dell’accordo sarà costituito un comitato paritetico, composto dai partner, dai rappresentanti dei comuni e da un rappresentante del Ministero dello Sviluppo Economico, con il compito di monitorare la realizzazione delle attività individuate in fase progettuale e facilitare la soluzione di ogni eventuale criticità ad essa connessa.

“Mettiamo le basi concrete per accogliere il futuro anche al Sud Italia – spiega il sindaco di Bari Antonio Decaro – Questo progetto e la collaborazione tra due importanti città del mezzogiorno d’Italia è la cifra di un Sud che sta invertendo il paradigma del suo racconto e lo sta facendo collaborando. Nonostante la strada sia ancora lunga e siano ancora tante le azioni che servono al nostro territorio per colmare il gap che lo divide da altre zone del Paese. Finalmente si parla di talenti, competenze, tecnologie, imprese e lavoro di qualità. È in quest’ottica che gli investimenti e gli interventi del 5G rappresentano un’infrastruttura fondamentale per vincere le sfide di cui parliamo da troppo tempo”.

“Al fine di consentire agli operatori economici la sperimentazione e le azioni di ricerca e innovazione – sottolinea Enzo Acito, assessore all’Innovazione del Comune di Matera –  l’Amministrazione comunale di Matera ha messo a disposizione l’immobile prestigioso di San Rocco che diventa l’Hub per la ricerca e l’innovazione.  Questo è un concreto segnale di collaborazione che il Comune di Matera ha voluto offrire al progetto 5G”.

“Il 5G permette di creare un ecosistema che favorirà in primis lo sviluppo industriale per Bari e la crescita del turismo per Matera – sottolinea Enrico Maria Bagnasco, segretario General assembly del Consorzio Bari Matera 5G -. Saranno trasformati e resi completamente digitali i processi industriali e di servizio, dal manifatturiero al trasporto merci, dal monitoraggio ambientale all’agricoltura di precisione, dalle città intelligenti alla mobilità urbana, dalla sanità alla mobilità e pubblica sicurezza. Il nostro obiettivo è quello di creare una rete di business che porti valore ai due territori tramite la realizzazione di un laboratorio 5G permanente“.

La rete 5G nelle due città, accesa grazie alle frequenze 3.7-3.8 GHz messe a disposizione dal MISE, raggiungerà il 75% di copertura della popolazione entro la fine del 2018, mentre la copertura integrale della popolazione è prevista entro il 2019.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5