Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Bessada (Wind): “Copertura potente con la banda 800”

L’ad della società Tlc: “Garantiremo un accesso ancora più veloce ai servizi Internet grazie alle nuove frequenze a 2600 Mhz”. La prima tranche (682 milioni) del pagamento verrà corrisposta entro 30 giorni dal completamento dell’asta

30 Set 2011

Con due lotti in banda 800 e quattro in 2600 Mhz, Wind è il terzo
operatore (dopo Telecom e Vodafone) per spesa effettuata (1,12
miliardi) in frequenze nel corso dell'asta Lte che si è appena
conclusa.

“Siamo particolarmente orgogliosi del risultato dell’asta per
le frequenze 4G, che conferma Wind tra i più importanti player del
mercato – dice Ossama Bessada, amministratore delegato di Wind -.
Come unico operatore con 20MHz di banda FDD a 2.600, saremo in
grado di fornire ai nostri clienti un accesso ancor più veloce ai
servizi Internet e garantiremo una potente copertura con la banda
800 MHz. Questo enorme investimento testimonia il significativo
supporto dei nostri potenti azionisti e conferma Wind come realtà
in crescita nel mercato e nell’Internet mobile ad alta
velocità”.

Le frequenze permetteranno a Wind, scrive l'azienda in una
nota, "di sviluppare e lanciare, prossimamente, servizi di
telecomunicazione di quarta generazione con sostanziali benefici ai
clienti, che potranno avere un accesso a Internet e servizi di
ultima generazione di alta qualità e velocità. La combinazione
delle frequenze aggiudicate negli spettri degli 800MHz e dei 2.600
MHz, consentirà a Wind di sviluppare una combinazione di capillare
copertura della rete indoor insieme alla maggiore velocità
possibile di accesso a Internet".

L’importo totale della gara per Wind è di 1.120 milioni di euro,
che sarà corrisposto attraverso un pagamento di circa 682 milioni
di euro entro 30 giorni dal completamento dell’asta, mentre, la
parte rimanente, pari a circa 438 milioni di euro, verrà
rateizzata nell’arco di 5 anni.

Il pagamento dell’importo, previsto entro 30 giorni, verrà
effettuato utilizzando una combinazione di saldi di cassa esistenti
e di un “bridge loan” sottoscritto da un gruppo internazionale
di banche.
Le frequenze nello spettro dei 2.600MHz saranno immediatamente
disponibili, mentre le frequenze nello spettro degli 800MHz
potranno essere utilizzate all’inizio del 2013. Le due frequenze
avranno validità di esercizio fino al 2029.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link