Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Between: “La velocità broadband? In Italia il 55% in meno di quella promessa”

Le analisi condotte nell’ambito dell’Italian Broadband Quality Index mostrano uno scenario affatto confortante. Le prestazioni non sono in linea con le offerte. Online una guida per scegliere il collegamento ideale

09 Apr 2010

Le prestazioni effettive delle connessioni broadband italiane sono
pari a circa il 55% della velocità massima pubblicizzata dagli
Isp. E la velocità di download delle connessioni mobile broadband
italiane è pari a meno del 35% di quella dei collegamenti fissi.
Questa la fotografia scattata da Between a cinque mesi dal lancio
dell'Italian Broadband Quality Index che analizza le
performance dei collegamenti a banda larga.

"Per scoprire e misurare la reale velocità del proprio
collegamento domestico, consigliamo di installare sul pc di casa,
isposure (www.isposure.com), il software gratuito che monitora nel
tempo le prestazioni offerte dal proprio Isp", sottolinea
Cristoforo Morandini, Associated Partner Between. Il software,
sviluppato da Epitiro Technologies, è stato utilizzato da Between
per monitorare le prestazioni di circa 11.400 collegamenti
broadband distribuiti tra le grandi aree metropolitane, le città e
le aree rurali della penisola italiana, per un totale di oltre
120.000 test (i collegamenti vengono monitorati ogni giorno e a
cadenza regolare).

Per aiutare i navigatori nella scelta delle connessioni Between
mette a disposizione una guida
ad hoc