Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Boom del business Mems: +373% grazie ai tablet

iSuppli: si espande il raggio d’azione dei sensori tradizionalmente usati su smartphone e console. Entro il 2014 le “tavolette” al secondo posto per revenues complessive

07 Feb 2011

I media tablet saranno il mercato a più rapida crescita nel 2011
all’interno dei microsistemi elettromeccanici (Mems) per i device
mobili e di elettronica di consumo, secondo Ihs iSuppli: le vendite
di sistemi Mems destinati all’utilizzo nelle lavagnette, infatti,
aumenteranno del 373% rispetto al 2010, a 140,4 milioni di dollari,
stima la società di ricerche.

I microsistemi elettromeccanici
 sono minuscoli device alimentati
elettricamente usati sia nei cellulari che in altri prodotti, come
gli accessori per le console per videogames. Entro il 2014, i
tablet diventeranno la seconda maggiore applicazione per i sensori
Mems per gli utilizzi nei terminali mobili e di elettronica di
consumo, superati solo dai telefoni cellulari, secondo iSuppli (ora
parte del gruppo Ihs).

Le vendite dei tablet sono schizzate grazie al successo di Apple
iPad, nota la società di ricerche, e c’è da aspettarsi che i
nuovi device concorrenti in arrivo, che usano il sistema operativo
di Google, Android, sapranno conquistarsi la loro fetta di mercato.
La popolarità presto guadagnata da iPad ha spinto diversi
produttori di telefonini, portatili e Pc a entrare anche nel
segmento dei computer-lavagnetta per accaparrarsi una fetta di un
mercato dove la domanda cresce a ritmi eccezionali.

“Con la loro caratteristica di fornire interfacce utente
estremamente accattivanti, i tablet stanno emergendo come una delle
principali aree di crescita per i Mems”, ribadisce Jeremie
Bouchaud, principal analyst for Mems and sensors di iSuppli. “Gli
accelerometri e i giroscopi Mems hanno un ruolo chiave nei tablet,
usati non solo per la rotazione automatica dello schermo ma anche
per le interfacce utente basate sul movimento”.