Cellnex pronta ad acquisire le torri europee di Ck Hutchison - CorCom

L'INDISCREZIONE

Cellnex pronta ad acquisire le torri europee di Ck Hutchison

L’operazione avrebbe un valore di 9 miliardi di euro e rafforzerebbe ulteriormente, dopo l’espansione in Portogallo e in Polonia, la presenza della società nel Vecchio Continente

27 Ott 2020

Domenico Aliperto

Secondo fonti anonime citate da Bloomberg, l’operatore di infrastrutture spagnolo Cellnex Telecom è in trattative avanzate per acquisire l’attività europea relativa alle torri mobile di Ck Hutchison per circa 9 miliardi di euro.

La strategia sul mercato europeo

Cellnex è già la più grande società europea di torri e ha recentemente annunciato l’acquisizione di settemila strutture polacche dal gruppo francese Iliad per aumentare il suo portafoglio a 73 mila torri in nove paesi entro la fine del primo semestre 2021. Prima ancora dell’operazione polacca, Cellnex aveva raggiunto l’intesa per acquisire il 100% delle torri di trasmissione in Portogallo di Nos Towering: duemila strutture per le telecomunicazioni dislocate per il 40% in aree urbane e per il 60% in zone suburbane o rurali del Paese. L’operazione prevedeva un pagamento iniziale di 375 milioni di euro, a cui si aggiungeranno investimenti fino a 175 milioni per accrescere il perimetro dell’azienda, con la realizzazione fino a 400 nuove torri di trasmissione nei prossimi sei anni, comprese quelle “build-to-suite” costruite secondo le specifiche esigenze dei clienti.

Le trattative con Ck Hutchison

WHITEPAPER
Come dotare i dipendenti di una connettività enterprise in pochi step?
Networking
Telco

Ck Hutchison e Cellnex sono in trattative almeno da luglio, quando Bloomberg ha riferito che il conglomerato con sede a Hong Kong stava considerando la vendita di una quota di minoranza nella sua unità di torri europee. Tuttavia, le fonti indicano che Cellnex è ora pronta ad acquisire l’intero portafoglio europeo di 28.500 torri di Ck Hutchison, quest’ultimo desideroso di vendere per ridurre il debito e finanziare il lancio della rete 5G. La transazione sarebbe la più grande nella storia di Cellnex, e aumenterebbe la presenza delle sue torri di circa il 40% oltre 100 mila siti, consentendole di entrare in nuovi mercati tra cui Austria, Danimarca e Svezia.

A luglio, il consiglio di amministrazione di Cellnex ha accettato di eseguire un nuovo aumento di capitale per un importo di 4 miliardi di euro, con la società che ha confermato di “analizzare attivamente le opportunità di mercato” per un importo complessivo fino a 11 miliardi di euro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3