Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Clienti del dopo-Backberry indecisi fra Android e iPhone

Il terminale della Rim rimane il preferito da chi ne fa esclusivamente un uso lavorativo, ma i prodotti Apple e Google conquistano e fidelizzano sempre più i privati, attraendo molti tra coloro che decidono di cambiare telefono

19 Mar 2010

“La prossima volta che comprerò uno smartphone, prenderò un
iPhone”. Si tratta di un’idea ricorrente tra il 40% di
possessori di Blackberry, anche se oggi un terzo di loro passerebbe
volentieri anche al sistema operativo Android. Lo evidenzia una
ricerca di Crowd science. Il sondaggio ha tra l’altro fatto
emergere il fatto che le persone che utilizzano Android si
affezionano molto al prodotto, tanto quanto succede ai possessori
di un iPhone: circa il 90% di ognuno dei due gruppi di utenti
prevede, quando dovrà comprare un nuovo telefono, di rimanere
fedele al marchio di quello che già possiede.

Quando si è richiesto ai componenti del campione se baratterebbero
il loro attuale telefono con il nuovo Nexus one di Google, il 32
per cento dei possessori di Blackberry ha detto di sì, a fronte di
un più contenuto 9% di risposte positive dei possessori di iPhone.
Una percentuale che schizza immediatamente al 60% se la domanda
viene rivolta chi possiede smartphone di altre marche.

A conoscere l’esistenza del sistema operativo Android sono oggi
il 66% degli utilizzatori di smartphone, ma in moti meno hanno
familiarità con lo strumento: su questo i risultati della ricerca
sono rimasti stabili nel tempo, e parlano di una percentuale del
10% tra tutti i possessori di smartphone, includendo tra loro gli
stessi utilizzatori di Android.

A conoscere l’esistenza del telefono Google Nexus one dopo il suo
lancio è il 91% tra gli utilizzatori di iPhone e il 75% di chi
possiede un Blackberry, con una percentuale che scende al 73% tra
chi usa smartphone diversi.

I possessori di tutti i modelli di smartphone hanno scaricato più
applicazioni gratuite che a pagamento nei sette giorni precedenti
alla data del sondaggio, con i clienti di Apple che sono
significativamente più disposti a pagare le applicazioni, e quelli
di Blackberry che restano indietro su entrambi i fronti.

Sia gli utilizzatori di Android sia quelli dell’iPhone sono
sembrati più disposti, rispetto ai possessori di Blackberry, a
fare soltanto un uso personale dello smartphone. D’altro canto il
7 per cento dei possessori di Blackberry usa il proprio telefono
soltanto per lavoro, categoria pressoché inesistente, vicina
all’1%, tra chi ha comprato Iphone o Android.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link