Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

CONSUMATORI

Codacons, ricorso al Tar contro aumento canone Telecom

L’associazione dei consumatori: “L’incremento non corrisponde a un miglioramento qualitativo o quantitativo del servizio offerto”. Da aprile il costo passerà da 16,64 euro a 17,40 euro

16 Gen 2013

Giampiero Rossi

Il Codacons farà ricorso al Tar del Lazio contro l’aumento del canone Telecom, che scatterà dal primo aprile, passando da 16,64 a 17,40 euro al mese. L’aumento tariffario, si legge in una nota dell’associazione dei consumatori, “appare del tutto ingiustificato, poiché a tale incremento non corrisponde un miglioramento qualitativo o quantitativo del servizio offerto all’utenza”.

Secondo in consumatori, in un momento di grave crisi economica “incrementi tariffari relativi a balzelli inutili come il canone Telecom, aggravano la situazione delle famiglie, e favoriscono la posizione dominante della compagnia telefonica rispetto ad altre società, a danno della concorrenza e, quindi, dei consumatori”.

Per tali motivi, conclude la nota, il Codacons “proporrà ricorso al Tar, chiedendo la sospensione di qualsiasi incremento tariffario in favore di Telecom Italia“.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
codacons
T
tar

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link