Costa caro a Telefónica il piano di licenziamenti, perdite per 443 mln - CorCom

IL BILANCIO

Costa caro a Telefónica il piano di licenziamenti, perdite per 443 mln

Ricavi in contrazione del 32% per l’operatore Tlc spagnolo nel terzo trimestre. Ma l’outlook rimane stabile

05 Nov 2019

L. O.

Tocca quota 443 milioni la perdita registrata da Telefónica nel terzo trimestre. Il gruppo spagnolo di Tlc registra un calo del 32% dovuto in larga parte ai costi del piano di ristrutturazione (1,88 miliardi di euro, di cui 1,7 miliardi in Spagna), che mettono in ombra i solidi risultati raggiunti in Brasile e Gran Bretagna.

Come altre grandi aziende di Tlc in Europa – Telefónica occupa il quarto posto nel settore per valore di mercato – il gruppo si sta battendo per favorire la crescita degli utili in un mercato sempre più affollato.

La perdita è molto più pesante di quella attesa dagli analisti (133 milioni stimati), ma Telefonica “conferma gli obiettivi e il dividendo annunciato per il 2019” affermando che si aspetta solide entrate nel quarto trimestre che dovrebbero avvicinarla all’obiettivo di crescita di ricavi annui del 2%.

Il piano di ristrutturazione, annunciato a settembre, prevede l’uscita volontaria dei dipendenti con oltre 53 anni d’età o con più di 15 di anzianità, ovvero quasi 5mila lavoratori su un totale di 25mila in Spagna. Solo 2.636 dipendenti hanno accettato.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

T
Telefonica