Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA APP

Dalla modalità aereo alla modalità guida: la Francia lancia la sfida ai cellulari in auto

Dopo i test arriva la versione ufficiale di Mode Conduite, l’app dell’ente governativo Sécurité Routière che consente di “isolare” lo smartphone quando si è un auto e di impostare l’invio automatico di messaggi di risposta alle chiamate e agli sms non risposti. Si punta ad abbattere il rischio incidenti

06 Lug 2018

Mila Fiordalisi

Condirettore

Stop all’uso del cellulare mentre si guida. È questa la nuova sfida della Francia dove è appena stata lanciata ufficialmente la app Mode Conduite (modalità di guida), che alla stregua della modalità Aereo consente di “isolare” buona parte delle funzioni mentre si è alla guida dei veicoli per evitare distrazioni. L’applicazione, lanciata prima in versione beta per testarne funzionalità ed efficacia è stata completata ed è ora scaricabile via play store (è disponibile solo per Android). A rilasciarla l’ente governativo Sécurité Routière, che fa capo al Ministero degli interni. Una volta impostata la modalità Mode Conduite lo smartphone blocca in automatico – durante tutta la durata del viaggio – sia le chiamate in arrivo sia la notifica degli sms. Al mittente viene inviato un messaggio che informa che il destinatario non è momentaneamente disponibile.  Ma è anche possibile preimpostare messaggi personalizzati di risposta per i numeri in rubrica

Una volta a destinazione, ad auto spenta, la app segnala le chiamate ricevute e gli sms. Nell’evidenziare che l’uso del cellulare in auto moltiplica per oltre 20 volte il rischio di incidenti, Sécurité Routière ricorda anche che la app non è disponibile per l’iPhone in quanto il sistema operativo iOS11 dispone già di una funzionalità analoga. E anche sui Windonw Phone esiste una funzione che consente di “oscurare” il cellulare quando si è alla guida.

Anche in Italia si lavora ad alcune soluzioni: la Procura di Pordenone, prima in Italia, ha emanato la direttiva numero 4414 del 26 giugno 2018, che in caso di incidenti mortali darà l’autorità agli agenti di chiedere il telefonino al guidatore e di poterne prevedere una perquisizione in caso di rifiuto.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5