NETWORKING

Data center o Noc: qual è la scelta giusta per il business?

Sono entrambi in grado di gestire grandi quantità di dati e garantire la sicurezza ma le differenze sono sostanziali tenendo conto degli obiettivi aziendali in termini di metriche e Kpi. L’analisi di TechTarget

Pubblicato il 30 Dic 2022

Enzo Lima

networking-noc_performance_metrics-f

Data center e network operation centers (Noc): due facce della stessa medaglia, quella della conservazione e gestione di grandi quantità di dati. Ma per le aziende non sempre è facile comprendere quale delle due infrastrutture risulti più funzionale ai propri obiettivi di business. E sono proprio gli obiettivi di business il punto di partenza per una valutazione ottimale.

Che cos’è un data center

Un data center è una struttura-edificio che ospita applicazioni, dati e altri servizi digitali. L’infrastruttura di rete e i cavi associati situati nel data center collegano i server alla Lan per accedere alle applicazioni e ai dati aziendali. Gli utenti collegati alla rete aziendale tramite Lan, Wan o accesso remoto possono accedere alle applicazioni ospitate in uno o più data center. I data center aziendali in passato erano principalmente di proprietà e gestione privata, ma molte applicazioni e servizi sono ora distribuiti in data center di cloud computing gestiti da terzi.

WEBINAR
15 Febbraio 2023 - 12:00
Misurare e migliorare l’experience dei clienti B2B: da dove si parte?
Digital Transformation
Marketing

Che cos’è un Noc

Un Noc (Network operation center) è un hub centralizzato in cui i professionisti della rete monitorano i componenti, i server e gli endpoint dal punto di vista dello stato di funzionamento e delle prestazioni della rete. Ogni azienda gestisce il proprio Noc in modo diverso e l’evoluzione del networking ha modificato anche le responsabilità del centro.

Il personale addetto alle operazioni di networking implementa e analizza vari strumenti di monitoraggio della rete che aiutano a identificare eventi, guasti, flussi e deviazioni dal comportamento di base che potrebbero causare rallentamenti o interruzioni della rete. I team NetOps monitorano le metriche di performance Noc per supervisionare le operazioni di rete.

Esempi di strumenti Noc sono i sistemi di monitoraggio e di allarme Simple Network Management Protocol, i server syslog, i collettori e gli analizzatori NetFlow e l’AI per i sistemi operativi IT. Quando uno strumento rileva un problema di prestazioni di rete, il team Npc risolve il problema, identifica la causa principale e risolve l’incidente il più rapidamente possibile per ridurre al minimo i tempi di inattività dell’azienda.

Noc e data center, gli errori di valutazione

La confusione tra Noc e data center si crea di solito quando le aziende collocano i propri Noc all’interno di strutture di data center più grandi. Questa configurazione multiuso porta spesso a situazioni in cui i team usano in modo intercambiabile le due definizioni.

Gli strumenti di monitoraggio, risoluzione dei problemi e analisi del Noc sono generalmente ospitati su server all’interno del data center stesso, mentre il personale addetto alle operazioni di rete opera in una stanza adiacente al data center. Tuttavia, i data center e i Noc differiscono notevolmente per quanto riguarda gli obiettivi, le tecnologie e le competenze necessarie per il loro funzionamento.

La trasformazione del Noc potrebbe portare a operazioni IT unificate con team trasversali, ma non tutte le aziende hanno bisogno di cambiamenti radicali quando aggiornamenti e modernizzazioni di minore entità sono sufficienti.

L’evoluzione del Noc

L’automazione delle reti implica che gli operatori di rete devono abbandonare le attività manuali per affidarsi a processi automatizzati. I progressi nella sicurezza e nella visibilità comportano una maggiore collaborazione con i team di sicurezza. A effetto domino ciascuno di questi sviluppi influenza altre aree, stimolando ulteriori cambiamenti, come la trasformazione dei centri operativi di rete Noc.

La trasformazione avviene in fasi e livelli diversi, a seconda delle strategie aziendali, dei rischi e delle motivazioni, e lo stesso vale per i Noc. Alcune aziende non hanno o non hanno bisogno di Noc, altre stanno gradualmente modernizzando i propri Noc e altre ancora stanno perseguendo una vera e propria trasformazione dei Noc.

Per anni, le organizzazioni hanno utilizzato i Noc per mantenere una visione operativa della rete e dei servizi. I tecnici e gli analisti dei Noc si affidano alle best practice per monitorare le prestazioni della rete, gestire i ticket del service desk, effettuare il triage e la risoluzione dei problemi. Ma molte aziende non funzionano più come cinque anni fa, o addirittura un anno fa, e diversi fattori stanno ridisegnando le strategie e le priorità delle operazioni di rete. I progressi nella virtualizzazione dei server, nell’IoT, nel cloud, nei container e nei microservizi hanno innescato la trasformazione del Noc.

Con l’evoluzione della tecnologia, i flussi di traffico di rete sono cambiati e il supporto delle applicazioni è più complicato. Di conseguenza, le operazioni di rete devono essere più proattive e implementare strumenti di visibilità completi per i loro ambienti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3