TELCO 4 ITALY

Dba Pro, Sacha Busetti: “Fondamentale gestire i consumi dei data center”

Il direttore tecnico impianti dell’azienda: “Negli ultimi due anni assistiamo a un aumento esponenziale delle potenze richieste dai clienti. Containerizzazione e virtualizzazione offrono soluzioni di ottimizzazione dell’hardware”

03 Mag 2022

Antonello Salerno

sacha busetti

“Negli ultimi due anni abbiamo assistito a un aumento esponenziale delle potenze che ci vengono richieste dai clienti. Questo sta portando a una concentrazione dei consumi energetici importante, che deve essere mitigata o gestita, e per riuscirci è importante cambiare il paradigma di gestione dei data center. La virtualizzazione e la containeraizzazione spingono all’ottimizzazione dell’hardware, aumentando la densità di potenza e riducendo l’intervento umano. A questo si affianca un approccio diverso per la gestione delle temperature, non più basato sul raffreddamento ad aria, ma su un approccio diretto, utilizzando ad esempio la tecnica dell’immersione, con una sensità di potenza più alta, senza utilizzare aree di svariate migliaia di metri quadri”. Lo ha detto Sacha Busetti, direttore tecnico impianti di Dba Pro a Telco per l’Italia, l’evento CorCom-Digital360.

“La sfida – prosegue – è quella di gestire temperature diverse e più compatibili con lo sfruttamento del calore, portandolo a temperature conformi. In prospettiva la tendenza è quella che potrebbe portare alla scomparsa del raffreddamento meccanico, e il mercato ne è consapevole, anche se non è una cosa che si fa in poco tempo. E’ anche vero, d’altro canto -. Prosegue Busetti – che nelle strutture esistenti e in esercizio sono possibili una serie di interventi migliorativi, anche se registriamo una certa resistenza da parte di molti player, che a volte non colgono la possibilità di trasformare un problema in un’opportunità”.

“Il cambi di paradigma e le nuove installazioni vanno nella direzione degli hyperscale data center – conclude Busetti – L’ultimo che abbiamo realizzato prevede 44 gruppi elettrogeni, e per questo è paragonabile a una centrale di produzione. In quest’ottica sarebbe estremamente importante portare la questione al tavolo del normatore, che consenta di trovare una via virtuosa e incentivi l’utilizzo di energie rinnovabili e dell’autoconsumo anche nell’ottica delle comunità energetiche. Un vettore energetico come l’idrogeno potrebbe essere una via”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

S
sacha busetti

Aziende

D
Dba

Approfondimenti

D
data center
T
Telco4ITALY 2022

Articolo 1 di 4