Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TLC-MEDIA

De Agostini scommette su M&A, nel mirino la britannica Banijay Group

Tramite la controllata Zodiak Group, il gruppo editoriale italiano pensa alla fusione con la casa di produzione partecipata anche da Exor della famiglia Agnelli. Focus sul consolidamento del settore

19 Giu 2015

A.S.

Il mercato tlc-media rimane in ebollizione, e secondo le ultime indiscrezioni provenienti dal Regno Unito, pubblicate oggi da Mf, tra le operazioni plausibili in questo momento c’è la fusione tra Zodiak Media e Banijay Group.

Zodiak Media, scrive MF, è controllata all’89,15% del gruppo De Agostini (in Italia è presente con Magnolia, fondata dall’attuale sindaco di Bergamo, Giorgio Gori) mentre Banijay Group vede tra i suoi azionisti la stessa società editoriale di Novara (con il 17,2%) ed Exor (al 17,09%) della famiglia Agnelli, oltre a uno degli uomini più ricchi di Francia, ovvero Bernard Arnault, e all’imprenditore, anche lui transalpino, Stephane Courbit.

Le due case di produzione attive soprattutto in ambito europeo da qualche tempo stanno valutando l’operazione, ma di ufficiale non c’è ancora nulla, tanto che non ci sono dichiarazioni formali sul deal. Certo è che il matrimonio tra Zodiak e Banijay avrebbe senso, vista l’evoluzione complessiva del mercato, dove alla nascita del polo Sky Europe, con il quale Rupert Murdoch ha unificato le sue pay tv del vecchio continente, hanno fatto seguito le indiscrezioni relative a un possibile merger tra Vodafone e Liberty Media, oltre all’appetito della francese Vivendi che mira a Telecom Italia e non solo, e al consolidamento nazionale di Telefonica, che ora punta sulla tv a pagamento con Digital+.

Articolo 1 di 3