Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

DT sfodera l’asso mobile broadband per il rilancio del mercato Usa

Per rimettere in marcia il business e conquistare nuovi clienti il Ceo Rene Obermann punta sul raddoppio della capacità del network. I dettagli del piano attesi per giovedì prossimo

17 Gen 2011

Il ceo di Deutsche Telekom Rene Obermann ha la ricetta per far
ripartire il business della filiale T-Mobile Usa: il web mobile. La
domanda di servizi di mobile Internet più veloci aiuterà
l’operatore a riconquistare clienti negli Stati Uniti, ha
dichiarato Obermann in un’intervista col quotidiano tedesco Bild
am Sonntag.

"L’Internet mobile ci offre buone opportunità di crescita
al momento”, sono state le parole del Ceo di Dt. “Deutsche
Telekom possiede attualmente il network più veloce negli
Usa”.

T-Mobile Usa ha infatti messo in cantiere un aggiornamento della
rete, la cui velocità sarà raddoppiata nel corso dell'anno,
in modo da offrire ai clienti la possibilità di usare applicazioni
come videoconferenze e giochi multi-player direttamente dal
cellulare. E’ su questa rete ultra-veloce per servizi a valore
aggiunto che la filiale americana di Dt punta per far ripartire il
business; il nuovo capo di T-Mobile Usa Philip Humm ha già detto
che il carrier non farà pagare di più per i servizi high-speed,
ma li userà per riconquistare clienti e rosicchiare quote di
mercato ai concorrenti Verizon Wireless, At&t e Sprint Nextel.

Obermann e Humm devono presentare giovedì il nuovo piano
strategico disegnato per far tornare a crescere la filiale
americana, che da diversi trimestri perde clienti e profitti. Gli
Stati Uniti rappresentano il secondo maggior mercato per Dt, dopo
la Germania, con circa 33 milioni di abbonati: è naturale che
Obermann non voglia abbandonare il campo. “Negli Usa abbiamo
bisogno di strategie di marketing aggressive e prezzi molto
competitivi”, ha detto il Ceo al Bild am Sonntag. "Dobbiamo
convincere gli utenti che restare con noi o passare a T-Mobile
conviene”.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link