Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ecco i dettagli del Piano Broadband Usa

Per portare la banda larga in tutto il Paese la Fcc chiede di liberare 500 Mhz di spettro wireless. “Se il governo non agisce subito a rischio la competitività”

16 Mar 2010

La Fcc ha svelato oggi formalmente al Congresso Usa il National
Broadband Plan che mira a espandere l’accesso all’Internet
veloce a tutto il Paese. Secondo la Fcc per raggiungere
l’obbiettivo è necessario accrescere la porzione dello spettro
wireless destinato al mobile broadband.
In dettaglio la commissione chiede di liberare 500 Mhz di qui ai
prossimi 10 anni di cui 300 Mhz già nei prossimi cinque anni.
“Se gli Stati Uniti non affrontano la questione immediatamente la
carenza di banda larga mobile comporterebbe l’aumento dei prezzi
delle connessioni, un servizio di scarsa qualità e l’incapacità
per il Paese di competere a livello internazionale” si legge
nella relazione della Fcc.
La commissione chiede inoltre un potenziamento delle reti per
risolvere il problema dei colli di bottiglia: in particolare si
deve agire sul backhaul e sulle applicazioni point-to-point.

SCARICA
QUI TUTTO IL NATIONAL BROADBAND PLAN