Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PIAZZA AFFARI

EiTowers, Blackrock sale al 10,2% del capitale

Il fondo si consolida come secondo socio dell’azienda dopo Mediaset (40%). Solo poche settimane fa la società delle torri controllata del Biscione, alla presentazione del piano industriale, aveva annunciato di voler essere protagonista del consolidamento del mercato delle torri

22 Ott 2014

A.S.

Blackrock si consolida come secondo azionista di EiTowers, la società delle torri di trasmissione broadcasting controllata da Mediaset. La società Usa ha comunicato a Consob di essere salita sopra al 10% il 16 ottobre e di detenere, attraverso vari fondi, il 10,252%.

In aprile la quota detenuta era del 6,846%. L’azionariato di EiTowers, oltre a Blackrock, vede Mediaset al 40% e Octavian Advisors al 4,1% circa. Il rafforzamento del gruppo americano è arrivato a poche settimane dalla presentazione del nuovo piano industriale di EiTowers, che ha più volte annunciato la sua intenzione di essere protagonista del consolidamento del settore delle torri tlc e broadcasting in Italia guardando ai dossier Wind, Telecom Italia e RaiWay.

“La mia preferenza al momento è per Telecom – aveva detto in quell’occasione l’Ad di EiTowers Guido Barbieri (nella foto) – ma è solo un’ipotesi. Non possiamo dire quale sia il nostro processo preferito. Ad oggi la visibilità è ancora molto bassa. Se Rai Way andrà verso un’Ipo di una quota di minoranza, come sembra, allora la mia preferenza andrebbe per Telecom Italia, perché la situazione appare più aperta, anche se sono ancora discorsi teorici. La cosa rilevante è il tipo di governance che si potrebbe realizzare”.

Dopo aver a lungo studiato uno spin-off del suo parco torri per procedere a una vendita anche parziale, Telecom, secondo le voci che hanno iniziato a circolare negli ultimi tempi, sarebbe orientata ad avviarne la quotazione in Borsa mantenendo una quota di controllo. Per Rai Way, invece, il percorso formale per la quotazione a piazza Affari è già in fase avanzata.

Se infine non dovesse essere possibile l’acquisizione di un pacchetto di torri Tlc, EiTowers sarebbe pronta a distribuire un dividendo agli azionisti già in primavera: “Molto dipende dalla tempistica del processo di spin-off delle torri tlc – ha detto – Il primo che dovrebbe partire è Wind: sappiamo che il processo potrebbe cominciare nel mese di ottobre e, in base al numero di concorrenti, ci aspettiamo che si possa concludere nel I semestre. Se EiTowers si trovasse alla fine del I trimestre 2015, quindi in coincidenza con l’approvazione del bilancio 2014, con una chiara visibilità sull’andamento dell’operazione potrebbe decidere, in caso di transazione negativa per EiTowers, di proporre il pagamento del dividendo”. La priorità, ha spiegato Barbieri, è data a operazioni di Merger&Acquisition “accrescitive”.

Articolo 1 di 5