Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA DISPUTA

Ericsson-Samsung, trovato l’accordo sui brevetti

Pace fatta dopo due anni di dispute legali. La sudcoreana è sotto inchiesta in Europa per le sue pratiche di licensing e sta cercando di modificare le proprie strategie

27 Gen 2014

Patrizia Licata

E’ pace fatta tra Ericsson e Samsung nella disputa sui brevetti mobili: la casa sud-coreana ha raggiunto un nuovo accordo di licensing per le tecnologie del vendor svedese che pone fine al contenzioso tra le due aziende iniziato nel 2012. Si tratta di un accordo di cross-licensing che copre brevetti relativi agli standard Gsm, Umts ed Lte sia per le reti che per i dispositivi.

Le due aziende si erano fronteggiate davanti alla International Trade Commission americana e avevano avviato delle cause in Texas (davanti alla Corte distrettuale americana dell’Eastern District dello Stato Usa). Ericsson aveva dato il via alla disputa non essendo riuscita a raggiungere un nuovo accordo di licensing dopo due anni di trattative con Samsung e Samsung aveva replicato contrattaccando a sua volta in tribunale.

Ericsson si impegna a dare in licenza i suoi brevetti a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie (Frand) con l’obiettivo di generare benefici per tutto il settore. Si ritiene che l’attività di licensing, fatta secondo i principi Frand, consente di raggiungere il giusto equilibrio tra il sostegno alle aziende che vogliono innovare e contribuire agli open stardard e mantenere le royalties ad un livello ragionevole per favorire l’ingresso sul mercato alle nuove aziende.

“Siamo soddisfatti di aver potuto raggiungere un accordo reciproco, equo e ragionevole con Samsung. Abbiamo sempre considerato il contenzioso legale come l’ultima risorsa” ha dichiarato Kasim Alfalahi, Chief Intellectual Property Officer di Ericsson. “Questo accordo ci consente di continuare a focalizzarci sull’introduzione nel mercato globale di nuove tecnologie e aiuta gli altri innovatori a condividere le proprie idee”.

L’ accordo prevede un pagamento iniziale e poi un versamento regolare di royalties da Samsung a Ericsson, per la durata del nuovo accordo di licenza pluriennale.

Il pagamento iniziale influirà sulle vendite e sull’utile netto di Ericsson nel quarto trimestre 2013, rispettivamente per 4,2 miliardi (vendite) e 3,3 miliardi (utile netto) di corone svedesi

Ericsson si aspetta che questo pagamento iniziale impatti anche il suo flusso di cassa operativo all’inizio del 2014.

I dettagli dell’accordo rimangono strettamente riservati. L’impatto finanziario dei ricavi generati dall’attività di licensing saranno resi noti nel report sui risultati finanziari di Ericsson del quarto trimestre 2013.

Articolo 1 di 4