Eutelsat, la sat-tv è in 274 milioni di abitazioni: +32% dal 2010 - CorCom

LA RICERCA

Eutelsat, la sat-tv è in 274 milioni di abitazioni: +32% dal 2010

I dati dell’osservatorio Tv dell’operatore, che trasmette attraverso otto posizioni in Europa, nord Africa e Medio Oriente. Il direttore commerciale Michel Azibert: “Il satellite rimane la spina dorsale del broadcasting digitale”

12 Gen 2015

A.S.

Sono in tutto 274 milioni le abitazioni attualmente equipaggiate per la ricezione Direct-to-Home (Dth), via cavo o rete IP, che offrono canali trasmessi da un satellite Eutelsat, rispetto ai 207 milioni del 2010 (+32%). Oggi il 70% dei 393 milioni di famiglie nella zona di copertura analizzata guarda la televisione grazie ad un satellite Eutelsat. Sono i dati diffusi dall’osservatorio Tv di Eutelsat, che trasmette attraverso otto posizioni orbitali di punta in Europa, Nord Africa e Medio Oriente.

“Tutte e 8 le posizioni continuano a registrare una crescita di audience – spiegano dall’azienda – Hot Bird resta in pole position, salendo a 138 milioni di famiglie per la ricezione in Dth, cavo e IP, rispetto ai 122 milioni del 2010. L’incremento più rapido è stato registrato per Eutelsat 9A, la cui audience, concentrata soprattutto in Europa Occidentale, è aumentata da 5 a 14 milioni, registrando 9 milioni di case Dth e via cavo in più dal 2010”.

La modalità di ricezione principale resta il Dth, con un totale di 160 milioni di famiglie rispetto a 111 milioni del 2010 (+44%) e con l’aumento del market share dal 53% al 58%. Questa crescita, spiegano da Eutelsat, riflette la forte domanda di canali trasmessi da due posizioni: “Hot Bird, grazie a piattaforme pay-Tv leader del mercato e una valida offerta di canali in chiaro, ha guidato un’espansione costante raggiungendo 66 milioni di case rispetto a 52 milioni del 2010 – prosegue la nota – e la posizione Eutelsat 7/8°Ovest (condivisa con Nilesat) la cui base Dth in Medio Oriente e Nord Africa, ha raggiunto 52 milioni di famiglie nel 2014 rispetto a 27 milioni nel 2010, grazie ad un’offerta di oltre 1.000 canali trasmessi”.

L’Osservatorio TV di Eutelsat ha posto l’attenzione anche sui trend generali per la ricezione Tv via Dth, cavo, Iptv e Dtt nei mercati europei occidentali più maturi, dove sono stati censiti 15 paesi, per un totale di 179 milioni di famiglie. Il Dth si conferma la modalità principale di ricezione Tv in Europa Occidentale, con una crescita del 7%, per un totale di 58 milioni di famiglie, a partire dai 54 milioni nel 2010: praticamente, una casa su tre riceve la televisione via satellite.

La ricezione esclusiva via Dtt è salita da 44 a 48 milioni di famiglie, mentre la ricezione via cavo è scesa da 50 a 44 milioni. L’Iptv cresce da una base modesta di 10 milioni di case fino a 29 milioni nel 2014 (di cui 15 milioni in Francia). L’audience complessiva dei satelliti Hot Bird in Europa occidentale ha continuato ad espandersi fino a 67 milioni di case nel 2014, a partire da 62 milioni nel 2010.

“Questo vasto studio conferma che il satellite rimane la spina dorsale del broadcasting digitale, poiché trasporta i canali nelle abitazioni in modalitá Dth oltre a permettere agli operatori via cavo e reti Ip di arricchire e diversificare la loro offerta – afferma Michel Azibert, direttore commerciale e responsabile sviluppo di EutelsatEutelsat ha investito in satelliti ad alta prestazione, per servire sia le regioni televisive consolidate, sia quelle in via di sviluppo e continueremo ad impiegare la nostra esperienza, per offrire sempre più valore ai nostri clienti, sviluppare nuovi mercati per il video broadcasting, in particolare in America Latina e Asia e supportare l’espansione di questa industria fiorente”.