Fabio Pompei è il nuovo direttore dell’Organo di vigilanza Tim - CorCom

TELCO

Fabio Pompei è il nuovo direttore dell’Organo di vigilanza Tim

Il giovane manager succede a Fabrizio Dalle Nogare, che ha lasciato l’incarico a fine 2017. L’OdV si occupa di garantire la parità di trattamento e la trasparenza nell’accesso alle infrastrutture di rete da parte di tutti gli operatori

01 Ott 2018

A. S.

Fabio Pompei è il nuovo direttore dell’organo di vigilanza di Tim. La nomina èavvenuta durante il consiglio dell’organo che si è volto il 24 settembre. Il giovane manager, ingegnere informatico e Ph D in ingegneria Elettronica, microelettronica e telecomunicazioni, autore di numerose pubblicazioni scientifiche sui temi dell’innovazione, e docente in diverse Università pubbliche e privateche ha già ricoperto incarici di responsabilità in Tim, e succede a Fabrizio Dalle Nogare, che ha lasciato l’incarico a fine 2017.

webinar -16 dicembre
5G e connettività a banda ultralarga: la priorità, anche dopo l'emergenza
Networking
Telco

L’Organo di vigilanza è stato istituito il primo aprile 2009 in attuazione degli impegni presentati da Tim “ai sensi della Legge n. 248/06 e approvati dall’Agcom. L’OdV agisce in piena autonomia e indipendenza ed è deputato a vigilare sulla cor­retta esecuzione degli Impegni e sugli obblighi di non discriminazione. Di propria iniziativa o su se­gnalazione di terzi, procede alla verifica della loro eventuale violazione, comunicandola all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e al Cda di Tim, con le modalità e i tempi previsti dal proprio Regolamento, acquisendo le in­formazioni e i dati necessari allo svolgimento delle proprie funzioni presso tutte le strutture di TIM coin­volte nel processo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
agcom
O
organo di vigilanza
T
telco
T
TIM