Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Fastweb allarga la banda tra Roma e Milano

L’operatore avvia i lavori per la realizzazione delle rete ottica a 100 Gb/s che collegherà le due città. In campo la tecnologia Nsn che garantirà una capacità complessiva di 4 terabit al secondo

13 Ott 2011

Fastweb allarga la banda tra Roma e Milano. La società ha avviato
in questi giorni i lavori per la costruzione della prima rete
nazionale in fibra ottica a 100 Gigabit al secondo (100Gb/s) per
canale tra le due città.

“Stiamo assistendo ad una domanda sempre più forte di capacità
di banda sulla nostra rete, con una crescita annuale del 50%. Il
passaggio ad una rete di trasporto da 100Gb/s su canale ottico ci
permetterà di soddisfare le richieste dei nostri clienti attuali e
di attrarne di nuovi, grazie all’offerta di servizi molto
differenziati rispetto al panorama del mercato attuale – spiega
Mario Mella, Cto Fastweb – Abbiamo scelto Nokia Siemens Networks
per offrire una soluzione ottimale, basandoci sulla loro profonda
conoscenza della nostra rete e sulla loro comprovata esperienza
tecnologica nel campo delle reti di trasporto ottico”.

Grazie alla tecnologia di Nokia Siemens Networks, la rete potrà
trasmettere simultaneamente 40 lunghezze d’onda (lambda),
ciascuna in grado di trasportare 100Gb/s, su una coppia di fibre.
Ciò permette una velocità di trasporto dati totale di circa 4
Terabit al secondo (4.000.000 megabit al secondo). E’ la prima
volta in Italia che viene realizzato un collegamento così
veloce.

Nsn fornirà le apparecchiature di rete ed i servizi per il nuovo
collegamento, mettendo a disposizione la soluzione Dense Wavelength
Division Multiplexing (Dwdm) che comprende la piattaforma di rete
ottica hiT7300 ed il sistema di network management per la
pianificazione e la gestione di rete. La tecnologia Dwdm sarà
integrata nell'infrastruttura di rete esistente di Fastweb,
fornendo anche i servizi di assistenza e manutenzione.

"Oggi gli operatori hanno a che fare non soltanto con maggiori
volumi di traffico dati, ma anche con picchi di traffico
imprevedibili – sottolinea Francesco Salerni a capo della
struttura dedicata a Fastweb di Nokia Siemens Networks – Il
passaggio ai 100Gb/s fornisce la risposta a questa sfida e consente
all’operatore di garantire ai propri clienti un’esperienza
d’uso dei servizi comunicazione di alta qualità, evitando colli
di bottiglia nella banda trasmissiva, senza dover sostenere gli
elevati investimenti per la posa di nuova fibra".

Il nuovo collegamento verrà completato entro quest’anno e
permetterà di rispondere alla crescente domanda di capacità di
banda, generata e favorita dallo sviluppo di nuove applicazioni del
mondo business, dal cloud computing e dalla crescente diffusione di
smart devices, sempre più esigenti in termini di connettività di
rete.
Inoltre, la latenza, cioè il ritardo nella trasmissione dei dati,
si ridurrà di oltre il 15%. Questo aspetto si rivela
particolarmente importante in reti che supportano transazioni
economiche, per le quali pochi millisecondi di ritardo implicano il
guadagno o la perdita di enormi quantità di denaro.

Fastweb finora ha investito dalla sua nascita 5 miliardi di euro e
possiede una rete in fibra ottica di 32.000 chilometri che si
estende su tutto il territorio nazionale.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link