L'INIZIATIVA

Fastweb, fondo ferie e permessi solidali: si parte a settembre

Accordo con i sindacati. I dipendenti potranno cedere fino a due giorni ai colleghi in difficoltà. La fase sperimentale durerà fino al 31 dicembre 2023. Approccio sempre più attento ai temi di inclusione e wellbeing

08 Ago 2022

Lorenzo Forlani

fastweb-161206153809

Si chiama “Fondo Ferie e permessi solidali” e nasce grazie ad un accordo tra Fastweb, organizzazioni sindacali del settore telecomunicazioni, strutture territoriali ed Rsu. Grazie ad esso, i dipendenti della stessa Fastweb potranno, ogni anno, donare fino a due giorni di ferie e permessi maturati e non ancora goduti a lavoratori e lavoratrici in difficoltà.

L’iniziativa mira a promuovere e diffondere una cultura della solidarietà collettiva in azienda, e a creare ulteriori condizioni favorevoli per la nascita di comportamenti solidali a sostegno delle persone, in linea con la nuova visione strategica della società “Tu sei Futuro”, che rinnova l’attenzione alle persone e alla comunità per realizzare un futuro più connesso, inclusivo ed ecosostenibile, grazie al perseguimento dei più alti standard internazionali di responsabilità sociale e ambientale, oltre alla realizzazione di infrastrutture chiave per la digitalizzazione del paese.

Chi può usufruire della solidarietà aziendale

L’accordo, in fase sperimentale dal 1° settembre 2022 al 31 dicembre 2023, dispone che potranno usufruire del fondo tutti i dipendenti che abbiano terminato i propri giorni di ferie e permessi e che abbiano necessità di assistere per motivi di salute figli (sia minorenni che maggiorenni), familiari entro il 1° grado di parentela, coniuge convivente di fatto e unito civilmente.

L’intesa conferma, dunque, l’impegno di Fastweb nel perseguire il percorso di rinnovamento del modello di organizzazione del lavoro verso un approccio sempre più attento ai temi di inclusione e wellbeing, in grado di favorire la conciliazione tra i tempi di lavoro e la vita personale, mettendo al centro la persona e introducendo sempre criteri di solidarietà e sostegno verso i più bisognosi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5