Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PARTNERSHIP

Fibra, a Milano confermato accordo Città Metropolitana-Cap

Il rinnovo porterà al completamento della dorsale telematica della città: nelle fognatura e senza scavi verrà realizzata nei prossimi mesi la posa degli ultimi 210 chilometri di cavi ottici

09 Nov 2015

Andrea Frollà

Oltre 2000 chilometri di fibra ottica senza scavi nelle fognature dell’area metropolitana di Milano. La posa degli ultimi 210 chilometri, dopo quelli già posati in seguito all’accordo del 2009 tra Provincia di Milano e Consorzio per l’Acqua Potabile completerà nei prossimi mesi l’anello di rete della dorsale telematica milanese, cablando 9 nuovi comuni e undici sedi Cap. La notizia della riconferma dell’accordo è arrivata direttamente da Città Metropolitana di Milano.

“Si tratta del primo passo del piano industriale di sviluppo della fibra ottica che sarà presentato all’inizio del 2016 e rappresenta un intervento strategico da parte della nostra azienda – commenta Alessandro Russo, Presidente del Gruppo Consorzio per l’Acqua Potabile – Il territorio, grazie all’estensione della banda larga direttamente nelle reti fognarie, potrà servirsi della nuova infrastruttura senza bisogno di posare nuovi tubi e sostenere nuovi costi e con ridotti impatti sull’ambiente”.

Grazie al completamento dell’anello l’area metropolitana diverrà una delle più cablate d’Europa. Un risultato che, spiega Città Metropolitana, “consentirà l’avvio di servizi ultra broadband, che saranno un vettore di telecomunicazioni d’eccellenza, destinato a trasformare il territorio in un asset strategico rivolto sia agli operatori TLC sia alle Pubbliche amministrazioni, in un’ottica di integrazione”.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link