Fibra e mobile, Orange lancia la prima tariffa "sociale" legata al reddito - CorCom

L'INIZIATIVA

Fibra e mobile, Orange lancia la prima tariffa “sociale” legata al reddito

L’offerta battezzata in Spagna è destinata alle fasce più deboli, quelle che percepiscono l’Ingreso Mínimo Vital, analogo al nostro reddito di cittadinanza. Include fibra a 100 Mbps, linea mobile con chiamate illimitate e 3 Giga di dati. Il tutto al costo di 15 euro mensili

09 Set 2020

Patrizia Licata

giornalista

Orange ha lanciato in Spagna la nuova Tarifa Social, una tariffa telefonica a prezzo calmierato per le classi sociali svantaggiate che dà accesso alla connettività fissa e mobile a 14,95 euro al mese. L’offerta è limitata ai percettori dell’Ingreso Mínimo Vital, il reddito di cittadinanza varato a luglio dal governo di Pedro Sánchez. Il costo è di 14,95 euro al mese per fibra a 100 Mbps e linea mobile con chiamate illimitate verso telefoni fissi e mobili in Spagna e 3 Giga di dati, come riporta il quotidiano Expansiòn. Il piano iniziale dura 12 mesi e si può rinnovare.

Sbaragliati tutti i competitor

Orange si è così spinta ben al di sotto di tutte le tariffe dei competitor (Digi, Lowi, Amena, O2, Pepephone, MásMóvil, Jazztel, Orange, Yoigo, Movistar, Vodafone). La tariffa più bassa finora proposta sul mercato spagnolo è quella di Republica Movil che fa sempre parte del gruppo Orange e ha un costo di 29 euro al mese.

Tra gli operatori rivali, Digi, per esempio, ha una tariffa base da 28 euro al mese (50 Mbps per la fibra e, sul mobile, 3 Giga di dati e 100 minuti di chiamate), mentre costa 38 euro al mese la tariffa più bassa di O2, parte del colosso nazionale Telefonica, che però offre di più, 300 Mbps e 5 Giga.

Prenotazioni per la Tarifa Social nel mese di ottobre

webinar -16 dicembre
5G e connettività a banda ultralarga: la priorità, anche dopo l'emergenza
Networking
Telco

Per accedere alla tariffa “sociale” di Orange occorre presentare richiesta tra il 1 e il 31 ottobre chiamando un numero verde, dove l’addetto del call center svolgerà una prima verifica dei requisiti di accesso e spiegherà all’utente come presentare tutta la documentazione necessaria, inclusa la soddisfazione dei parametri per beneficiare del reddito di cittadinanza e il certificato di residenza, visto che la linea fissa sarà installata presso l’abitazione e a nome del beneficiario dell’Ingreso Mínimo Vital.

Orange condurrà una seconda campagna per sollecitare l’attivazione della sua tariffa calmierata all’inizio dell’anno prossimo.

Quasi 1 milione di famiglie chiede l’Ingreso Mínimo Vital

Attualmente in Spagna 80.000 famiglie, pari a circa 260.000 persone, percepiscono il reddito di cittadinanza. Ma la richiesta al governo per l’Ingreso Mínimo Vital è arrivata da 800.000 famiglie, secondo Expansiòn. Il reddito va da un minimo di 460 euro al mese per un nucleo familiare composto da una sola persona a un massimo di 1.015 euro per una famiglia di cinque persone (due adulti e tre minori). Orange intende rinnovare le campagne per l’adesione alla sua Tarifa Social due volte l’anno ma non ha indicato che ci sarà un limite al numero di utenti che accetterà per questa offerta a prezzi calmierati.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

O
Orange

Approfondimenti

F
fibra
M
mobile
R
reddito di cittadinanza
S
spagna

Articolo 1 di 4