Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

BANDA LARGA

Fibra ottica, dal Friuli Venezia Giulia 1,3 mln

La Regione affida a Insiel le risorse per l’iniziativa che punta ad estendere la banda ultralarga sul Carso triestino

03 Set 2012

F.Me.

La Regione Friuli Venezia Giulia ha affidato a Insiel risorse finanziarie pari a 1,308 milioni di euro per progettare e realizzare l’intervento di infrastrutturazione telematica con fibra ottica dei Comuni di Monrupino e Sgonico, sul Carso triestino.

Denominato Carso III lotto, l’intervento segue il secondo lotto che ha riguardato già Monrupino e altri due Comuni della provincia di Trieste, San Dorligo della Valle e Muggia. Il terzo lotto “Carso”, come i precedenti lotti si inquadra nel Programma regionale Ermes per la diffusione della banda larga in tutto il Friuli Venezia Giulia e prevede di utilizzare tecniche meno invasive rispetto alle pose tradizionali dell’infrastruttura, quali le tecnologie “senza scavo” (denominate no-dig), minitrincee e l’utilizzo di cavidotti già esistenti, per esempio quelli per l’illuminazione pubblica.

L’intervento “Carso III” collegherà, oltre alle sedi della Pubblica Amministrazione di Monrupino e Sgonico, anche le centrali telefoniche presenti lungo il tracciato e il valico confinario internazionale di Fernetti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

F
fibra ottica
F
friuli venezia giulia
I
insiel