Fibre ottiche dieci volte più veloci, la scoperta di due ricercatori svizzeri - CorCom

LA SCOPERTA

Fibre ottiche dieci volte più veloci, la scoperta di due ricercatori svizzeri

La velocità di trasmissione può aumentare comprimendo gli spazi tra i pacchetti di informazioni che viaggiano lungo le fibre

04 Dic 2013

Lorenzo Forlani

E’ possibile accelerare di dieci volte la normale velocità di trasmissione dei dati in fibra ottica. Questa l’importante scoperta di due ricercatori svizzeri del Politecnico federale di Losanna, Camille Bre’s e Luc The’venaz. In un articolo pubblicato su Nature Communications, i due studiosi spiegano come sarà possibile questa innovazione. Il segreto starebbe nella compressione degli spazi tra i pacchetti di informazioni che viaggiano lungo le fibre.

Le fibre ottiche trasportano dati sotto forma di impulsi luce su distanze anche di migliaia di chilometri a velocità incredibili. Tuttavia, la capacità è limitata, perché i dati devono essere allineati uno dopo l’altro con una distanza minima, affinchè i segnali non interferiscano tra loro. Questo spazio vuoto non veniva finora utilizzato e i due ricercatori hanno dimostrato che una semplice riduzione dello stesso, tra un impulso di dati e l’altro, può accelerare la velocità di trasmissione. I due hanno quindi escogitato un metodo per l’invio in sequenza degli impulsi all’interno delle fibre, riducendone cosi’ lo spazio.

“Da quando le fibre ottiche sono apparse nel 1970 – ha detto Camille Bre’s – la capacità di invio dati è aumentata, spinta da un flusso costante di nuove tecnologie, di un fattore dieci ogni quattro anni. Ma negli ultimi anni abbiamo raggiunto un collo di bottiglia che i ricercatori di tutto il mondo stanno cercando di sfondare”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

N
nature communications