Frequenze, asta francese il 16 novembre. Previsto incasso di 2,5 mld - CorCom

SPETTRO

Frequenze, asta francese il 16 novembre. Previsto incasso di 2,5 mld

All’asta parteciperanno i quattro operatori mobili. La banda 700 Mhz, finora occupata dalle Tv, sarà resa disponibile a partire dall’anno prossimo, dopo il refarming

14 Ott 2015

Patrizia Licata

Il regolatore francese del mercato delle telecomunicazioni, l’Arcep, ha annunciato su Twitter la data per l’inizio dell’asta per lo spettro dei 700 MHz, il 16 novembre. L’Arcep aveva già indicato a luglio scorso che lo svolgimento della gara sarebbe avvenuto a novembre 2015, ma non aveva ancora deciso il giorno. Tutti e quattro gli operatori di rete mobile francese hanno fatto richiesta per partecipare: Orange, Free, Bouygues Telecom e Numericable-Sfr; l’Arcep sta terminando la valutazione dei requisiti per ciascun concorrente.

L’asta si svolgerà presumibilmente nel giro di pochi giorni (tre-quattro), con otto round di offerte per ogni giornata e il prezzo di ogni 5 MHz di spettro che salirà di 5 milioni a ogni giro, riporta Les Echos.

Il prezzo di partenza è di 416 milioni di euro per blocco e all’asta sarà messo un totale di sei blocchi, o 30 MHz. Free, che non ha preso parte alle passate aste per gli 800 MHz, potrà acquistare fino a tre blocchi, mentre gli altri concorrenti potranno comprarne due al massimo. Nessun operatore può aggiudicarsi più di tre blocchi – o 2×15 MHz – delle frequenze dei 700 MHz e l’Arcep ha anche fissato a 2 x 30 MHz il tetto massimo di spettro che qualunque operatore può possedere nelle varie bande 700 MHz, 800 MHz e 900 MHz.

Parigi si aspetta un introito minimo totale di 2,5 miliardi di euro, molto più di quanto ottenuto dal governo tedesco (un miliardo) dalla sua asta per i 700 MHz.

Lo spettro che andrà in gara il 16 novembre è attualmente utilizzato per la Tv digitale terrestre ma sarà sottoposto a refarming a vantaggio delle comunicazioni mobili da aprile 2016 nella regione dell’Ile-de-France e tra ottobre 2017 e giugno 2019 nel resto della Francia.