Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Gli eurodeputati: “La Ue difenda gli interessi di TI in Argentina”

Gianni Pittella (Pd e S&D) e Mario Mauro (Pdl) chiedono a Barroso di intervenire ”rapidamente sulla vicenda, forte anche del pronunciamento del tribunale argentino”

03 Feb 2010

''La Commissione europea intervenga con urgenza in difesa
degli investimenti europei in Argentina''. Lo chiedono in
un comunicato congiunto Gianni Pittella (Pd-S&D), vicepresidente
vicario del Parlamento europeo, e Mario Mauro, presidente dei
deputati Pdl al Partito popolare europeo.

''La notizia dell'annullamento, da parte di un
tribunale di Buenos Aires, del provvedimento del Governo argentino
che obbligava Telecom Italia a vendere la propria partecipazione
nella controllata Telecom Argentina, conferma i dubbi rispetto alle
decisioni prese dal governo del Paese sudamericano sulla
vicenda'' – si legge nel testo -. La richiesta di
disinvestimento della partecipazione di Telecom Italia in Telecom
Argentina rappresenta, infatti, una decisione che avrebbe gravi
conseguenze sugli equilibri del mercato''.

Gli eurodeputati chiedono a Barroso di intervenire
''rapidamente sulla vicenda, forte anche del pronunciamento
del tribunale argentino, chiedendo maggiore chiarezza al governo
rispetto a decisioni del genere, considerato che il prolungarsi di
una situazione d'incertezza costituisce un fattore negativo per
l'insieme degli investitori europei in Argentina''.