IL PROGETTO

Google scommette sull’Africa e “firma” il cavo sottomarino per l’Internet veloce

Il primo paese in cui entrerà in funzione è il Togo: si punta a facilitare l’accesso alla Rete agli 8 milioni di abitanti del Paese e tagliare i prezzi del 14%. L’infrastruttura sarà attiva, a fine anno, anche in Nigeria, Namibia e Sud Africa

21 Mar 2022

F. Me.

cavo-sottomarino-130312145030

Google porta in Africa Internet superveloce. Nei giorni scorsi è stato ultimato in Togo il cavo sottomarino che promette di fornire accesso più economico alla Rete agli utenti del continente.

Frutto di un progetto pluriennale, il cavo Equiano, il primo del suo genere a raggiungere l’Africa, parte dal Portogallo e raddoppierà la velocità di Internet per gli 8 milioni di residenti del Togo, come spiegato da una nota Google.

Il cavo potrebbe rappresentare un modello anche per altri Paesi africani dove l’uso di Internet è in rapido aumento ma dove le reti sono spesso lente, situazione che frena lo sviluppo economico e culturale.

La nuova linea sarà attiva anche in Nigeria, Namibia e Sud Africa e  si prevede che entrerà in funzione entro fine anno. Il primo Paese dove il cavo entrerà in funzione e, stando alle stime di Google, creerà indirettamente 37mila posti di lavoro nel Paese con un aumento del Pil di 193 milioni di dollari. Assist anche alla riduzione dei prezzi che dovrebbero calare del 14% entro il 2025.

Secondo un report della Gsma, l’Africa sub-sahariana è la regione meno connessa del mondo, con circa un quarto della popolazione ancora privo di copertura a banda larga mobile rispetto al 7% a livello globale; inoltre – dati della Banca Mondiale –  la maggior parte dei Paesi dell’Africa occidentale sono in fondo alla classifica mondiale per penetrazione di Internet.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti trattati

Aziende

G
google

Approfondimenti

A
africa
C
cavo sottomarino
I
internet