Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Hp abbandona Windows7: “Non ci soddisfa”

L’azienda ha deciso di cancellare il progetto di tablet pc basato sul sistema operativo di Microsoft e si prepara per l’avventura smartphone a seguito dell’acquisizione di Palm. Secondo gli analisti per non perdere colpi Rim deve affrettarsi ad aggiornare il Blackberry

03 Mag 2010

L’acquisizione della Palm da parte di Hp ha motivo di
impensierire produttori di smartphone come Rim, Motorola e Apple,
secondo le prime analisi che hanno fatto seguito all’annuncio
dell’accordo dei giorni scorsi. Incorporando la Palm,
Hewlett-Packard entra nel mercato altamente competitivo dei
cellulari intelligenti e si prepara a esercitare una forte
pressione per imporsi tra i top vendor. Hp ha già fatto sapere in
una conference call con i media che “investirà
pesantemente" nelle attività della Palm, per fa salire le
vendite dei suoi smartphone e le quote di mercato del sistema
operativo mobile webOS.



La prima a risentire dell’aggressione del mercato da parte della
Hp-Palm sarà la produttrice canadese dei BlackBerry, secondo Scott
Sutherland, analista della Wedbush Morgan, ma anche Motorola, Nokia
e persino Apple potrebbero avere del filo da torcere.
 Matthew
Robison della Wunderlich Securities aggiunge che l’acquisizione
di Hp “avrà probabilmente un effetto di freno sull’espansione
della Rim”, anche se la canadese ha in programma il lancio di
nuovi prodotti e della versione aggiornata del sistema operativo e
questo dovrebbe ridurre la pressione. “L’ingresso di
Hewlett-Packard tramite Palm sul mercato smartphone è una cattiva
notizia per Research In Motion, ma solo in parte”, secondo
Robison.

Richard Tse della canadese National Bank fa notare che la Rim conta
su un forte vantaggio rispetto ad Hp: “Hp deve conoscere il webOS
e integrarlo, Rim non ha bisogno di passare attraverso questo
processo e ha già un ottimo posizionamento sul mercato. Deve solo
portare il nuovo Blackberry OS 6.0 sui suoi device”.

Quanto alla Apple, secondo Sutherland della Wedbush
l’acquisizione del webOS rafforza la linea di prodotti mobili per
il segmento consumer di Hp, rendendola più competitiva verso la
casa della Mela: ora anche Hewlett-Packard ha tablet, Pc e
smartphone.

Nemmeno Microsoft può dormire sonni tranquilli: Hewlett-Packard ha
deciso di cancellare il suo progetto di tablet computer basato su
Windows7, secondo il sito TechCrunch, non soddisfatta del sistema
operativo Microsoft. Hp potrebbe persino abbandonare l’hardware
Intel per la sua linea Slate perché i componenti in questione
consumano troppa energia.