Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Huawei vs Motorola. La Corte Usa: “Stop a divulgazione dati a Nsn”

Il giudice Coleman ha invitato l’azienda americana ad astenersi dall’invio di informazioni riservate alla concorrente e chiede ai due contendenti di concordare entro 24 ore i termini di un provvedimento cautelare

26 Gen 2011

Il giudice della Corte del Distretto Nord dell'Illinois
incaricato di esaminare la denuncia di Huawei nei confronti
di Motorola, accusata di divulgare illecitamente a Nsn informazioni
sulla prorietà intellettuale in violazione del contratto firmato
nel 2000 ha parzialmente accolto la richiesta della società
cinese.

Il giudice Sharon Johnson Coleman intima a Motorola di astenersi
dal divulgare informazioni riservate a Nsn. E oltre a inviare una
richiesta a Motorola e Nsn chiedendo loro di informare
immediatamente la Corte sulla decisione dell'Antitrust cinese
in merito alla cessione degli asset di rete Motorola a Nsn, ha
invitato Huawei e Motorola a "concordare i termini di un
provvedimento cautelare" e di "presentare le loro
proposte alla casella di posta proposta d'ordine del Tribunale
entro 24 ore".

Se è vero che la diatriba non impedisce di per sé il closing
dell'operazione Motorola/Nsn è probabile che in qualche modo
questa influenzi le tempistiche, già dilatatesi rispetto al timing
iniziale in attesa della decisione dell'Authority cinese per la
concorrenza e il mercato.