Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

I ministri Ue alla prova del pacchetto telecom

I ministri alle Tlc degli Stati membri decideranno la strategia da seguire nei prossimi mesi per approvare la riforma del settore

11 Giu 2009

Si riunirà oggi il Consiglio dei ministri europei delle Tlc per
discutere la strategia da seguire per adottare il pacchetto di
riforma del settore (Telecom package). La Commissione Ue sarà
rappresentata dal commissario alla Società dell’Informazione
Viviane Reding che in una nota ha ricordato “che le riforme
potrebbero essere applicate già quest’anno, dato che il 99% del
pacchetto è stato concordato tra Europarlamento e Consiglio – ha
precisato il commissario -. Mi appello a tutte le forze politiche
perchè nei prossimi giorni risolvano l’ultima questione
irrisolta, ovvero quello sulle restrizioni da applicare al download
di contenuti illegali dal Web”. Il pacchetto, infatti, era stato
respinto a causa di un emendamento inserito in ultima battuta che
riguardante il download di contenuti soggetti a copyright.

“L’approvazione del pacchetto di riforma smentirà chi pensa
che la mancanza di competitività dell’Europa sia legata alla
lunga durata dei processi decisionali”, conclude la Reding.
Lo scorso maggio, il Parlamento europeo ha approvato in seconda
lettura, tutte le parti del pacchetto riguardanti di e-privacy, Gsm
e servizio universale e l’'istituzione della nuova Autorità
europea "Berec", nonché una serie di norme atte a
garantire una gestione efficiente dello spettro radio. 

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link