IL BILANCIO 2019

Iliad a quota 5,3 milioni di clienti. Obiettivo 2020: 5mila siti radio

Fatturato a 427 milioni e investimenti per 369 milioni, la gran parte per l’implementazione della rete mobile. L’Ad Levi: “Impegnati ad assicurare un servizio di massima qualità per gestire l’emergenza coronavirus”. Intanto in Francia asta 5G verso il rinvio

17 Mar 2020

Mi Fio

5,3 milioni di clienti, fatturato a 427 milioni di euro, investimenti per 369 milioni, 4.000 siti radio installati e oltre 2.000 siti radio attivi. Sono questi i numeri del 2019 di Iliad. Il quarto operatore mobile, guidato da Benedetto Levi, ha dunque sfondato abbondantemente il tetto dei 5 milioni di clienti , acquisendone 740.000 nel solo quarto trimestre, rende noto l’azienda, in salita dai 700.000 registrati terzo e dai 530.000 nel secondo.

“La trasparenza nel rapporto con le persone che hanno scelto iliad e la fiducia costruita in quasi due anni di attività, ci rendono orgogliosi e pronti ad affrontare i prossimi mesi con grande forza – commenta l’Ad Levi -. In questo particolare momento per il Paese, iliad è impegnata ad assicurare un servizio di massima qualità per i propri utenti e la connettività utile per condurre le attività necessarie in queste circostanze”. E a tal proposito nell’aderire all’iniziativa Solidarietà digitale lanciata dal ministro per l’Innovazione Paola Pisano, Iliad mette a disposizione dei propri clienti fino al 3 aprile 10 Gb di traffico gratuiti per poter navigare su internet e chiamate illimitate verso fissi in più di 60 destinazioni internazionali e verso mobili in Usa e Canada.

L’azienda annuncia inoltre l’obiettivo dei 5.000 siti radio attivi entro la fine del 2020 e conferma quello dei 10.000-12.000 siti installati entro la fine del 2024, puntando a raggiungere un equilibrio in termini di Ebitda con meno del 10% di quota di mercato.

WHITEPAPER
4G e 5G: reti efficaci per una connessione affidabile e sicura
Networking
Telco

Xavier Niel, fondatore e primo azionista del gruppo con il 71% del capitale, è stato designato presidente del consiglio di amministrazione.

L’asta per le frequenze del 5G in Francia è “probabile” che sarà rimandata a causa dell’epidemia di coronavirus, ha detto l’amministratore delegato di Iliad Thomas Reynaud. “Abbiamo preso in considerazione un probabile rinvio dell’offerta”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

B
benedetto levi

Aziende

I
iliad

Approfondimenti

C
coronavirus
I
iliad
T
tariffe mobili

Articolo 1 di 2