L'INTERVENTO

Iliad, Levi: “Saremo protagonisti nella corsa europea all’intelligenza artificiale”

L’innovazione tecnologica nell’era dell’AI è al centro delle ambizioni della telco e del Gruppo, che si posiziona in prima linea nella corsa alla trasformazione digitale

Pubblicato il 28 Nov 2023

Benedetto Levi

Amministratore delegato Iliad

levi iliad

Unire competenze e risorse per valorizzare il potenziale europeo e competere a livello globale nel campo dell’intelligenza artificiale. Questo è stato l’obiettivo di Iliad con la prima edizione di Ai-Pulse 2023, la più importante Conferenza Europea sull’AI organizzata da Scaleway, società controllata da Iliad e attiva nel settore del cloud computing, alla presenza di più di mille persone.

Station F accende i riflettori sulle sfide dell’AI

Sul palco di Station F – l’incubatore di startup nato nel 2017 per volere di Xavier Niel – si sono riuniti i migliori esperti del mondo per affrontare le sfide dell’AI. Un evento unico, che ribadisce il ruolo da protagonista di iliad nella più importante rivoluzione tecnologica dei nostri tempi.

I nuovi investimenti

Ai-Pulse è stata anche l’occasione per presentare due importanti investimenti annunciati a settembre da Iliad: la creazione di Kyutai, il primo laboratorio di ricerca indipendente e no-profit, che intende posizionarsi come player principale dell’AI open-source e open-science; l’integrazione nel datacenter di Scaleway del supercomputer AI cloud-native realizzato da Nvidia, il cosiddetto Nvidia Dgx SuperPod, per un investimento di oltre 100 milioni di euro.

Approccio open source e open science

Il primo passo di un percorso che è solo all’inizio e che permetterà di sviluppare modelli utili a conferire all’Europa una sua indipendenza strategica nel campo dell’intelligenza artificiale. Infatti, abbracciando l’approccio open source e open science, Kyutai permetterà di democratizzare l’AI e condividere i progressi con l’intero ecosistema del settore, contribuendo al contempo alla formazione delle future generazioni di esperti e scienziati.  Comunità scientifica, sviluppatori, aziende, istituzioni e società e decisori politici, dunque, potranno beneficiare dei risultati delle ricerche delle menti più brillanti d’Europa.

300 milioni per il nuovo Lab

Con un investimento iniziale di 300 milioni di euro, il laboratorio fondato da Iliad, Cma Cgm Group e Schmidt Futures, è una riconferma del desiderio e dell’impegno costante di iliad e nell’accelerare verso il futuro e di far sì che in Europa l’AI – protagonista indiscussa di questa nuova rivoluzione sociale e tecnologica – sia al servizio della società per i prossimi decenni. Quando scoppia una rivoluzione Iliad vuole farne parte, in tutto e per tutto.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2