Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Impennata di mobile broadband grazie ai Mondiali di calcio

Boom per la navigazione Internet in concomitanza con i match. Balzo del 35% per le connessioni via telefonino

15 Lug 2010

L’uso della banda larga mobile è balzato del 24% durante le
partite dei Mondiali di calcio Fifa, secondo lo studio MobileTrends
World cup di Allot communications. La crescita più sostenuta si è
registrata per le attività di navigazione Internet su banda larga
mobile (+35%) e per il traffico su YouTube, salito del 32% nelle
mattine successive alle partite.

Secondo lo studio, basato su dati raccolti dalle reti mobili di
tutto il mondo, rappresentativi di oltre 90 milioni di abbonati,
gli incontri che si sono svolti all’ora di pranzo hanno causato
il maggior incremento nell’utilizzo della banda (+31%), mentre il
video streaming e il P2P sono cresciuti moderatamente,
rispettivamente dell’11 e del 13%.

Lo studio, afferma Allot communications, dimostra che i device
mobili non hanno sostituito i televisori a schermo pieno per
guardare i Mondiali di calcio, ma hanno creato una nuova categoria
per l’intrattenimento; le due piattaforme hanno funzionato
congiuntamente offrendo nuove opportunità di seguire gli eventi
sportivi agli utenti di tutto il mondo. I terminali mobili hanno
permesso di accedere alle informazioni sui Mondiali in tempo reale,
di rivedere in qualunque momento spezzoni di partite e di
distribuire viralmente i contenuti preferiti.

“I Mondiali di calcio evidenziano come device mobili e banda
larga mobile si siano ormai integrati nelle nostre vite frenetiche
e impegnate e come i consumatori li utilizzino per accedere alle
informazioni ovunque e in qualunque momento”, commenta Rami
Hadar, presidente e Ceo di Allot communications. “Questo evento
sportivo globale ha dimostrato che l’uso dei dati in mobilità
continua a crescere e ciò è vero in particolare per il traffico
web e video”.