Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

In cantiere il nuovo wi-fi: sarà dieci volte più veloce

La Wi-Fi Alliance e il WirelessHD Consortium lavorano allo sviluppo di uno standard per device portatili destinati all’home entertainment

13 Mag 2010

La Wi-Fi Alliance, il gruppo industriale che supporta l’adozione
del Wi-Fi, sta lavorando su una nuova tecnologia che aumenterà la
velocità di trasmissione dei dati di oltre dieci volte sulle brevi
distanze e sarà ideale per i device destinati all'home
entertainment, dove sostituirà i cavi video. Il gruppo unirà le
forze con la Wireless gigabit alliance, o WiGig, che sta studiando
modi per sfruttare la frequenza della banda dei 60 gigahertz per
ottenere velocità di trasmissione dati ultra-veloci all’interno
di una stessa stanza.

La nuova tecnologia sarà disponibile nei prodotti di consumo
probabilmente tra un paio d’anni, chiarisce il marketing director
della Wi-Fi Alliance, Kelly Davis-Felner, ma potrebbe rivoluzionare
il modo in cui useremo alcuni device per l’intrattenimento. Per
esempio, i lettori Blu-ray potranno mandare il loro segnale video
in alta definizione in modalità wireless verso televisori
compatibili. Oppure, terminali portatili come le videocamere
potranno spedire i video, sempre senza fili.

Si tratta di un sistema talmente promettente che anche un altro
gruppo industriale, il WirelessHD Consortium, separatamente, ha
sviluppato una tecnologia che sfrutta le stesse frequenze con il
medesimo scopo e, sembra, si trova anche in una fase più avanzata
rispetto alla Wi-Fi Alliance. John Marshall, chairman del
consorzio, spiega tuttavia che la tecnologia a cui sta lavorando è
meno adatta ad essere usata nei device portatili e pensata
piuttosto per il video streaming di alta qualità.

Le due tecnologie potranno dunque tranquillamente coesistere –
anche perché diversi colossi dell’industria dei computer e
dell’elettronica di consumo fanno parte di entrambi i gruppi,
come Intel, Samsung Electronics, Panasonic e Toshiba.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link