Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

EVENTO

“Inclusion week”, a raccolta 50mila dipendenti Tim da tutta Italia

Da oggi al 30 novembre oltre 227 iniziative per diffondere la cultura dell’equità e dell’inclusione

26 Nov 2018

Tim inaugura oggi la quarta edizione della Tim Inclusion Week, che vedrà protagonisti gli oltre 50mila dipendenti in tutta Italia con 227 eventi “live” e online realizzati in 22 città e 55 sedi.

Obiettivo: stimolare il dibattito sulla valorizzazione delle diversità insieme a rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni, del mondo accademico, culturale e dello spettacolo.

Un fitto programma di appuntamenti realizzato sulla base delle idee e delle proposte delle persone che lavorano in Tim sulla spinta del loro bagaglio di passioni, network e conoscenze e che vedrà tra gli altri, la partecipazione di Vincenzo Zoccano, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con deleghe a Famiglia e Disabilità, Federico Ferrazza, direttore di Wired, Franco Grillini, storica figura del movimento Lgbt, Lella Golfo, firmataria della legge sulle quote di genere nei CdA.

In programma anche un ciclo di seminari formativi, realizzati in streaming con collegamento di 8 città in contemporanea, eventi per i figli dei dipendenti e anche training digitale per i familiari senior, una partnership con Airc e altre Onlus per una raccolta fondi a partire dalla donazione di oggetti di valore Tim.

“Tim è la prima azienda italiana e prima telco al mondo nel Diversity & Inclusion Index 2018 di Thomson Reuters – ha dichiarato Riccardo Meloni, Responsabile Human Resources  & Organizational Development di Tim –  questo successo è frutto di un lavoro costante negli anni e per noi motivo di grande orgoglio. Il tema della quarta edizione della Inclusion Week è l’inclusione come valore, perché c’è un nesso positivo tra organizzazione inclusiva e risultati. Vogliamo che l’inclusione sia sempre più parte del Dna di Tim come leva di crescita per un’azienda senza barriere, in cui ciascuno sia libero di esprimere il massimo del proprio potenziale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

T
tim inclusion week

Articolo 1 di 4