LO STUDIO

Infonetics: il Byod “stressa” le reti wi-fi

Secondo Infonetics l’utilizzo dei device personali da parte dei dipendenti sta mettendo a dura prova le infrastrutture wireless aziendali. Si stima una forte impennata della domanda di sistemi per Wlan, con un incremento del 20% dei punti di accesso entro il 2015

Pubblicato il 19 Nov 2013

Patrizia Licata

tablet-131115131647

Il trend del Byod sta mettendo a dura prova le reti wi-fi spingendo in alto la domanda di implementazioni di attrezzature per reti Wlan (wireless local area network): lo rivelano le ultime statistiche di Infonetics Research elaborate dopo il sondaggio condotto tra 162 aziende di medie e grandi dimensioni in Nord America.

Quasi due terzi delle imprese intervistate permette ai dipendenti di portare il proprio device al lavoro, contro la metà che lo permetteva l’anno scorso.

“Grazie all’esplosione dei device mobili e alla domanda di accesso alla rete da questi device, il Wlan è già un mercato che fattura 4 miliardi di dollari l’anno e il nostro ultimo sondaggio dimostra che la crescita non si fermerà: prevediamo molte altre implementazioni Wlan“, spiega Matthias Machowinski, directing analyst for enterprise networks and video di Infonetics. “Le aziende ci indicano che stanno pianificando importanti potenziamenti della loro copertura wireless e prevedono di far crescere i loro punti di accesso di più del 20% entro il 2015 per supportare i device mobili, la mobilità degli utenti e l’accesso anche per i visitatori”.

Le aziende già mostrano interesse verso la tecnologia wi-fi di nuova generazione, con i prodotti per la versione 802.11ac, oppure aggiornano attrezzature preesistenti con la tecnologia 802.11n, la cui penetrazione, secondo le previsioni di Infonetics, è destinata più che a raddoppiare entro il 2015.

Le aziende intervistate da Infonetics hanno una media di 9.000 device sulle loro rete: questo numero aumenterà del 20% entro il 2015 e la metà sarà costituito da dispositivi mobili.

Infonetics ha studiato anche l’andamento delle vendite dei vendor di attrezzature per reti wi-fi enterprise: nel primo trimestre del 2013 Cisco controlla il 52,9% del mercato; Aruba Networks segue al secondo posto, a una certa distanza, con uno share del 10,5%; Hp è terza con il 5,4%.

A livello geografico, il mercato delle reti Wlan enterprise fa registrare un vero boom in Asia/Pacifico (Giappone escluso), con un incremento dedl 36,7% anno su anno nel primo trimestre del 2013. Ma anche il Medio Oriente e Africa, l’Europa Occidentale e gli Stati Uniti crescono a ritmo veloci, rispettivamente +25,1%, +20% e +19,8%. Molto più deboli le performance di Europa centrale e orientale, di Giappone e America Latina, addirittura in contrazione.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3