Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Interconnessione, nasce la “famiglia” NetMatch

29 Nov 2011

Italtel presenta NetMatch, una famiglia di prodotti per
l’interconnessione a qualità del servizio garantita tra diverse
tipologie di reti (Tdm, IP, mobili 3G/4G) appartenenti a Service
Provider, Over The Top (Ott) e Imprese, per la migrazione graduale
dalle reti legacy Tdm alle reti all-IP e per lo scambio di servizi
voce e video in alta definizione.

NetMatch è la risposta di Italtel a precise esigenze che oggi
emergono dal mercato in termini di interconnessione tra reti e
fruizione di nuovi servizi. Dal lato dei Service Provider, vi è
innanzitutto una necessità di quality monetization, cioè una
forma di tariffazione del traffico con Qualità del Servizio
garantita (QoS) richiesto da Clienti e OTT. Dal lato delle Imprese
e della Pubblica Amministrazione, sta maturando la necessità di
evolvere da una comunicazione aziendale voce, di base, ad una
comunicazione che, facendo uso della mobilità, si estende al video
e, più in generale, agli strumenti collaborativi e ai social
network.

Queste esigenze hanno spinto Italtel a disegnare, realizzare e
rendere disponibile una nuova famiglia di prodotti ad elevate
prestazioni e facilmente scalabili, che permettono di gestire la
complessità insita nella interconnessione tra le reti ed il
relativo scambio di dati e che viene corredata da misurazioni
specifiche con policy definite.

Il mercato mondiale dei prodotti di interconnessione è valutato da
Infonetics nel 2012 pari a circa 900 milioni di dollari con un
tasso di crescita previsto fino al 2015 pari al 15% medio. Per il
mercato italiano, Agcom, nella recente delibera
sull’interconessione VoIP ha individuato la necessità di circa
30 punti di interconnessione nei prossimi due anni.

L’architettura realizzata da Italtel è una proposizione di
valore originale e innovativa, a bassi consumi, disponibile in
configurazioni singole o in alta affidabilità, progettata per
essere a prova di futuro poichè tutti i prodotti sono compatibili
IPv4 e IPv6 e consentono un veloce upgrade senza disservizio.

“NetMatch si posiziona in un ambito di fortissima attualità,
come dimostra la recente delibera dell’Agcom in materia di
interconnessione all-IP e interoperabilità dei servizi VoIP – ha
detto Stefano Pileri, Amministratore Delegato Italtel -. La
delibera rappresenta una pietra miliare non solo a livello italiano
ma internazionale, in quanto stabilisce che il traffico VoIP a
qualità garantita ha un valore economico e che deve rispettare
regole di interconnessione e codifica precise. Auspichiamo che la
regolamentazione sia estesa velocemente ai servizi Video ad alta
definizione ed a tutte le tipologie di reti oltre a quelle fisse.
Il 2012 si appresta a divenire così l’anno del passaggio
generalizzato al VoIP e, probabilmente, della regolamentazione del
Video over IP. La crescita dei servizi video e della comunicazione
Machine to Machine, nonchè la loro declinazione sui segmenti
verticali, come ad esempio le Smart Grid o l’e-Health, sono
destinati a rendere sempre più rilevanti le interconnessioni tra
reti con performance e qualità garantite”.

Grazie alla famiglia NetMatch la rete ha, ad esempio, la capacità
di monitorare in tempo reale qual è la necessità di banda tra due
punti ed il grado di utilizzo delle risorse. Se la disponibilità
non è coerente con la richiesta, è possibile intervenire
dinamicamente per riequilibrare la banda disponibile garantendo la
qualità end-to-end definita contrattualmente. NetMatch rappresenta
così uno strumento dinamico di monitoraggio dell’infrastruttura
e di monetizzazione della qualità del servizio erogato.

I prodotti NetMatch  garantiscono con le loro prestazioni la
migrazione delle reti da Tdm a IP, nella migrazione delle reti
mobili verso l’Lte, e gli scenari in cui vengono utilizzati
servizi voce e video anche in alta definizione con i necessari
adattamenti di protocollo (dall’audioconferenza alla
videoconferenza alla telepresence).

La famiglia NetMatch si articola in: NetMatch-M, un Media Gateway
che consente il passaggio del traffico voce, dati e video tra le
reti legacy Pstn e le reti IP. Con un semplice software upgrade
può trasformarsi in NetMatch B, garantendo un’elevatissima
protezione degli investimenti al cambiare delle esigenze;
NetMatch-B, un Border Gateway che consente di gestire traffico
multimediale, voce e video, anche in alta definizione. Si colloca
ai bordi della rete ed è specificamente destinato alla
comunicazione IP-IP. Conserva elevatissime capacità prestazionali
anche negli scenari di interconnessione tipici delle reti mobili;
NetMatch-S, un Session Border Controller che consente una
interconnessione a qualità garantita tra due reti IP che si
scambiano flussi di dati. Nella versione ad elevate prestazioni
impiega le board specializzate progettate da Italtel per il
NetMatch B, mentre nella versione software only è in grado di
girare anche “in cloud” e risulta particolarmente adatto ai
piccoli operatori ed alle aziende; NetMatch-D, un Diameter Routing
Server che risponde alle esigenze degli operatori mobili
nell’evoluzione da 3G verso Lte, sia nella gestione della
segnalazione interna alle reti che nel roaming tra reti.

I prodotti della famiglia NetMatch sono integrati nelle
architetture Italtel per le reti a qualità garantita, dotate di
strumenti avanzati di gestione per l’ottimizzazione dei costi
operativi e la Quality of Experience.

NetMatch-S ha recentemente superato i Test di Interoperabilità ed
è stato certificato per l’interconnessione IP da un primario Lab
italiano. I prodotti della famiglia NetMatch a partire dal 2012
saranno inseriti nelle reti di alcuni operatori italiani per i
primi trial e per le prime operatività in esercizio.