Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

COMUNICAZIONI

Internet governance, missione Washington per Giacomelli

Il sottosegretario alle Comunicazioni in partenza per gli Usa dove incontrerà l’amministrazione Obama e, sulla net neutrality, i vertici della Fcc. In programma la visita ad At&t e al nuovo YouTube Space di New York

10 Nov 2014

Antonello Salerno

La Governance di Internet e la Net neutrality saranno al centro del viaggio a Washington di Antonello Giacomelli, sottosegretario al Mise con delega alle Comunciazioni, e presidente di turno del Consiglio Ue per le telecomunicazioni.

Nella tre giorni Giacomelli ha in agenda appuntamenti con l’amministrazione Obama e con la Fcc, la Federal communication commission, che è il regolatore statunitense sulle tlc.

Il momento centrale della trasferta sarà l’incontro, mercoledì, con Lawrence E. Strickling, responsabile per la comunicazione e l’informazione del Dipartimento del Commercio dell’amministrazione Obama, “con il quale si discuterà – spiegano dal Mise – della partecipazione dell’Europa al processo di trasformazione di Icann, la società che gestisce Internet”.

Con in tasca il mandato ricevuto all’ultimo Consiglio informale Ue per le telecomunicazioni, che si è riunito a Milano il 2 e 3 ottobre, Giacomelli presenterà la posizione dell’Europa “che chiede – si legge in una nota del ministero – l’evoluzione di Icann verso un modello multilaterale aperto e trasparente e una governance multistakeholder della Rete, quindi non affidata solo ai governi”.

A Washington il sottosegretario vedrà, come aveva annunciato nei giorni scorsi, anche i vertici della Fcc, l‘agenzia federale delle comunicazioni incaricata di scrivere le nuove regole sulla Net neutrality, attese per i prossimi mesi dopo una consultazione pubblica che ha coinvolto quasi 4 milioni di persone.

Alla Fcc proprio oggi il presidente Usa Barack Obama ha rivolto un appello video in difesa della Net neutrality, un tema in agenda nel prossimo Consiglio dell’Ue per le telecomunicazioni del 27 novembre.

Giovedì, Giacomelli incontrerà in New Jersey il vicepresidente per gli Affari internazionali di At&t, Eric Loeb, e visiterà il Global Network Operation Centre, il centro dal quale At&t controlla la sua rete di telecomunicazioni in tutto il mondo. Infine, venerdì sarà la volta del nuovo YouTube Space di New York, a Chelsea, 20mila metri quadrati di studi che la compagnia di Google mette a disposizione dei creativi della grande mela e delle aziende, sul modello di quelli già nati a Los Angeles, Londra e Tokyo.

Articolo 1 di 5