Intesa Wind-Alu sulla new Tv, Grassi: “Nostri servizi future proof”

La compagnia sceglie la piattaforma Velocix Content Delivery Network di Alcatel-Lucent. Il Chief Technology Officer a CorCom: “Garantiamo flessibilità e affidabilità a nostri clienti fissi e mobili”

22 Apr 2015

F.Me.

Wind sceglie la tecnologia Alcatel-Lucent per i nuovi servizi video. A spiegare a CorCom i termini e gli effetti dell’accordo è Nicola Grassi, Chief Technology Officer della compagnia.

Grassi qual è il punto centrale dell’intesa?

Wind utilizzerà la tecnologia content delivery network di Alcatel-Lucent, a supporto del lancio di nuovi servizi video e Tv per i clienti di telefonia fissi e mobili. La piattaforma Velocix Content Delivery Network di Alcatel-Lucent, permetterà ai clienti Wind di gestire il traffico video sulla rete, di utilizzare il servizio da qualsiasi terminale e di ottenere sempre la massima efficienza nella gestione del traffico dati.

Perché la scelta è caduta su Alcate-Lucent?

Wind ha scelto l’innovativa piattaforma Alcatel-Lucent Cdn per essere “future proof” nella video fornitura, per indirizzare al meglio le aspettative dei propri clienti, ovunque si trovino, e da qualsiasi device, sia da rete fissa sia da mobile: smartphones, tablets, notebooks e smart tv. Velocix 7810 Digital Media Delivery Network permette ad operatori come Wind maggiore flessibilità nella gestione dei contenuti e nell’offerta di nuovi servizi video evoluti, quali video on demand e streaming, che molto velocemente stanno sostituendosi al tradizionale utilizzo della Tv. Ciò è confermato da un recente studio dei Bell Labs, secondo il quale il consumo di video online crescerà di dodici volte entro il 2020, sulla spinta delle nuove e personalizzate modalità di fruizione dei contenuti tv e video più in generale.

Contestualmente Wind sta accelerando molto sulla realizzazione della nuova infrastruttura di rete Lte...

Ormai siamo alle porte di una società digitale globalmente connessa. Nessuna frontiera, nessuna distanza per le comunicazioni. Pensiamo ad una vita on line in un mondo digitale dove tutto ciò che ci serve, ovunque siamo è sempre con noi, accessibile, disponibile, incorruttibile, sicuro. E quest’ultimo sembra proprio un imprescindibile requisito per la standardizzazione dei servizi di quinta generazione. In una società digitale globalmente connessa la sicurezza delle informazioni intesa come disponibilità, intellegibilità e robustezza è da mettere al primo posto. Le reti devono garantire disponibilità e accesso alle informazioni ovunque, in qualsiasi momento ed in maniera flessibile, affidabile e sicura.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
alcatel-lucent
N
nicola grassi
W
Wind