iPhone, vendite in calo per la prima volta nel 2016 - CorCom

LA PREVISIONE

iPhone, vendite in calo per la prima volta nel 2016

Secondo Morgan Stanley la flessione sarà del 5,7%. A pesare i prezzi alti e il tasso di penetrazione sui mercati maturi. Apple corre ai ripari: in cantiere un melafonino più piccolo ma dalle prestazioni elevate

14 Dic 2015

F.Me

Le vendite di iPhone caleranno nel 2016 per la prima volta. A prevederlo è Katy Huberty, analista di Morgan Stanley, secondo la quale le vendite di iPhone nell’esercizio fiscale 2016 scenderanno del 5,7%. A pesare sono i prezzi elevati e il tasso di penetrazione sui mercati avanzati che incidono sulla crescita degli utenti.

Intanto, secondo indiscrezioni, Apple potrebbe correre ai ripari lanciando un iPhone di dimensioni ridotte il prossimo anno: un device con le dimensioni del 5 ma la potenza del 6s.

Su MacRumours, l’analista della sicurezza Ming Chi-Kuo ha affermato che il nuovo iPhone ricorderà il 5s – con il suo schermo da 10 cm e le rifiniture in acciaio – ma comprenderà il nuovissimo processore A9, un chip NFC e lo schermo touch per l’Apple play. L’i-Phone manterrà lo schermo curvo caratteristico del 6s e sarà disponibile in vari colori. Non avrà però gli ultimi incrementi che trovavamo nella telecamera del 6s, ritornerà perciò, sotto questo punto di vista, alle caratteristiche del 5s.

Kuo ha spiegato che c’è ancora molta domanda per i telefoni con schermo “piccolo” da 4 pollici, tuttavia non si aspetta una grandissima vendita per questo nuovo iPhone. Al giorno d’oggi se una persona volesse un telefono più piccolo, l’Phone più adatto alle loro esigenze sarebbe il 5s. Mentre per quanto riguarda gli Android il Sony Experia Z5 riassume caratteristiche come, praticità e potenza di sistema.

Kuo ha ricordato inoltre all’inizio di quest’anno, che le vendite dell’iPhone 6s hanno subito un drammatico calo e non sono riuscite a superare quelle dell’iPhone 6. In questo contesto un nuovo modello potrebbe “aiutare a mitigare la lenta stagionalità” per gli hardware della Apple e prevenire un drastico “stop” del mercato.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
apple
I
iPhone
M
Morgan Stanley